Sport e Motori

Reale Mutua Fenera Chieri ’76, vittoria al tie-break contro Levallois Paris

Un’altra vittoria al tie-break nella CEV Volleyball Cup per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76, che dopo aver eliminato nei quarti il Volero Le Cannet con un doppio 3-2 si aggiudica con questo punteggio anche la semifinale d’andata contro un’altra formazione francese, il Levallois Paris Saint Cloud.

Si tratta di un’affermazione all’ultimo respiro per Grobelna e compagne, capaci di mettere in campo le energie fisiche e mentali necessarie per chiudere a loro favore un confronto lungo 130 minuti. Perso 20-25 un primo set quasi sempre a inseguire, le biancoblù vincono la seconda frazione 25-17 per poi cedere nella terza di un’incollatura (23-25). Al quarto set conquistato in scioltezza 25-15 segue un combattutissimo tie-break che vede infine Chieri esultare 15-13.

A far pendere l’ago della bilancia a favore delle ragazze di Bregoli contro una squadra capace di esprimere una pallavolo concreta e intelligente, non a caso ai vertici del campionato transalpino, sono probabilmente due aspetti: il servizio (11 ace e tanta pressione) e l’apporto della panchina, di nuovo decisiva.

Il premio di MVP va a Morello che entra stabilmente nel terzo set e conduce la squadra alla vittoria. La miglior realizzatrice è Skinner con 24 punti seguita da Grobelna a 18, gli stessi punti messi a segno dalle due top scorer ospiti, Palgutova e Kecman.

La semifinale di ritorno andrà in scena mercoledì 28 febbraio a Parigi. Per passare il turno e volare alla doppia finale Chieri deve vincere, non importa con quale risultato.

Reale Mutua Fenera Chieri ’76 – Levallois Paris Saint Cloud 3-2 (20-25; 25-17; 23-25; 25-15; 15-13)

Reale Mutua Fenera Chieri ’76: Malinov 2, Grobelna 18, Weitzel 8, Gray 8, Skinner 24, Omoruyi 5; Spirito (L); Morello 2, Kingdon 7, Rolando, Anthouli, Zakchaiou. N. e. Jatzko, Kone (2L). All. Bregoli; 2° Daglio.

Levallois Paris Saint Cloud: Alanko, Cugno 4, Herrera 16, Thater 6, Palgutova 18, Kecman 18; Gelin (L); Verger, Depié 2, Zyani, Enright. N. e. Gilfillan, Ngolongolo, Chemana (2L). All. Orefice; 2° Pentassuglia.
ARBITRI: Teixeira (Portogallo) e Deneri (Turchia).
NOTE: presenti 3086 spettatori. Durata set: 24′, 32′, 29′, 24′, 21′. Errori al servizio: 11-10. Ace:11-5. Muri vincenti: 14-12. MVP: Morello.

La cronaca

Primo set – Dopo una partenza incoraggiante (5-1) Chieri subisce il pareggio ospite sul 6-6 a firma di Cugno che subito dopo porta anche in vantaggio la sua squadra. Dall’8-9 (Grobelna a tutto braccio) il distacco sale a 5 punti quando il capitano attacca in rete (10-15).

Con due ace consecutivi di Gray le biancoblù si riavvicinano a 15-18, ma dopo il time-out di Orefice un attacco fuori di Grobelna dopo due miracolosi salvataggi francesi e il muro di Thater fanno volare il Levallois Paris sul 15-20. E’ ancora un attacco fuori di Grobelna a consegnare la frazione sul 20-25 alle ospiti alla prima palla set.

Secondo set – Chieri riparte bene (4-1, Skinner d’astuzia), come nel primo set il Levallois Paris torna a contatto (6-5, veloce di Herrera) ma questa volta le chieresi non si scompongono e tornano sopra 11-6 con il mani-out di Kingdon. Al nuovo riavvicinamento ospite (12-9) risponde Skinner che vola sul muro e sigla il 15-9.

Il distacco raggiunge i 7 punti grazie al muro di Weitzel. Dopo un lungo videocheck Parigi è a 19-14, replicano Gray con un attacco veloce e Morello con un ace. Sul 23-17 Skinner dà a Chieri il primo set-point, sfruttato al meglio dal muro Malinov-Weitzel: 25-17.

Terzo set – Sul 5-5 Chieri sale a 10-8 (muro di Gray), la Levallois Paris capovolge il punteggio in 11-13 (ace di Kecman), poi è di nuovo parità a 15. Le biancoblù sono sopra 19-18 grazie a Grobelna, ma Kecman con un attacco e un ace sigla il 19-20, che diventa 19-21 col muro di Palgutova. La stessa Palgutova dà due palle set a Parigi (22-24): Skinner annulla la prima, quindi Kecman mette a terra l’attacco del 23-25.

Quarto set – Dopo un avvio all’insegna dell’incertezza (9-9) l’ace di Grobelna dà il la a una fase decisamente favorevole a Chieri che piazza un break di 5 punti allungando a 14-9 (Skinner). Il successivo turno di battuta di Weitzel vale un nuovo strappo a 19-11. Il vantaggio chierese raggiunge il massimo di 10 punti sul 23-13 (ace di Omoruyi). Al secondo set-point Weitzel sigla il 25-15 che porta l’incontro al tie-break.

Quinto set – Da 4-1 (attacco di Grobelna) Chieri subisce il pareggio ospite sul 4-4, quindi riprende un leggero vantaggio che permette di cambiare il campo avanti 8-6, ma Herrera e Alanko riportano tutto in parità (8-8). All’11-10 di Grobelna replicano le ospiti che passano a condurre 11-12. Time-out di Bregoli e Skinner fa 12-12. Il videocheck conferma l’attacco out di Cugno (13-12), poi Skinner sigla l’ace del 14-12. Al secondo match-point l’attacco di Omoruyi fa scendere i titoli di coda sul 15-13.

Il commento

Rachele Morello: «Ormai ci aspettiamo questo tipo di partite, le squadre che sono arrivate fin qua hanno fatto il nostro stesso percorso sappiamo che c’è sempre a lottare. Il servizio è una nostra arma vincente, le partite in cui riusciamo a mettere sotto pressione il gioco avversario con il servizio abbiamo un vantaggio, sono felice che oggi l’abbiamo sfruttato».

Ufficio stampa Reale Mutua Fenera Chieri ’76
Foto di Luca Ravera

Articoli Correlati

Check Also
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio