Pallavolo Ovada 1978, i risultati della C Maschile e della C Femminile

Partita per la Femminile che non può avere grandi motivazioni se non, per Ovada, quella di chiudere con una vittoria una stagione tutto sommato positiva

Pallavolo Torino-Plastipol Ovada  0-3 (14-25, 15-25, 20-25).
Formazione: Nistri  1, Belzer  12, Baldo  15, S.Castagna  10, A.Castagna  10, Rivanera  5. Libero: Cekov.  Util.: Bistolfi  2, Gasti  -, Parodi  -.

Ultimo giorno di scuola anche per i ragazzi della Plastipol Ovada. Sì chiude in trasferta a Moncalieri contro Pallavolo Torino, una formazione in caduta libera negli ultimi turni dopo che, per vicissitudini varie, ha perduto diversi titolari. Coach Dogliero affida le chiavi della regia a Gigi Nistri, probabilmente alla sua ultima gara, opposto a Simone Castagna, le bande sono Belzer ed Alessio Castagna, i centrali Baldo e Rivanera, il libero Cekov. La gara si rivela in effetti a senso unico, la Plastipol fa suoi in scioltezza i primi due set, 25-14 e 25-15. Qualche momento di equilibrio in più nel terzo set che va comunque agli ovadesi per 25 a 20. Tre punti che costituiscono la prima vittoria in trasferta e che consentono in classifica il sorpasso proprio dei torinesi, chiudendo quindi al decimo posto.
Cantine Rasore Ovada- Leinì  3-0 (25-22, 26-24, 25-10)
Formazione: Lanza  1, Fossati  9, Pelizza  10, Angelini  10, Grua  6, Ravera  9. Libero: Lazzarini. Util.: Pastorino  -, Lipartiti  2, Grillo  -, Gueye  1.
Ultima gara della stagione per le ovadesi di Cantine Rasore, opposte alla formazione del Leinì, fanalino di coda del girone e matematicamente retrocesso già da alcuni turni. Partita quindi che non può avere grandi motivazioni se non, per Ovada, quella di chiudere con una vittoria una stagione tutto sommato positiva. Rientra la capitana Fossati dopo quattro turni assenza e coach Patrone si affida al sestetto base. Primo set controllato abbastanza bene, pur senza grandi squilli, fini al 24-18. Poi il meccanismo s’inceppa, quattro punti consecutivi di Leinì provocano un po’ di ansia ma poi arriva il 25-22. Secondo set in buona parte analogo, almeno sino al 19-14. Vantaggio ridotto sul 21-18 e poi totale blackout che porta al 21-24. La frittata sembra servita ma evidentemente momenti di amnesia non sono un’esclusiva ovadese: contro break di 5 punti e Cantine Rasore rimette le cose a posto sul 26-24. A questo punto il terzo set ha ben poca storia. Le torinesi appaiono sfiduciate, subiscono molto il servizio ovadese e sul 15-5 s’intuisce che la gara ha più poco da dire. Finisce 25 a 10 con tre punti che fanno chiudere Ovada al nono posto in classifica.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Pallavolo Ovada 1978

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here