Assen: weekend difficile per Maria Herrera, che si mantiene seconda nel WorldSSP Challenge

Un weekend difficile per Maria Herrera, che oltre all’impegnativo tracciato olandese, ha dovuto affrontare i postumi delle cadute sofferte a Misano nel round precedente. Non ancora al cento per cento fisicamente, la pilota di Toledo non correva ad Assen con una 600 dal 2019.

Si è concluso ad Assen il 4° appuntamento stagionale del Supersport FIM World Championship 2021. Un weekend difficile per Maria Herrera, che oltre all’impegnativo tracciato olandese, ha dovuto affrontare i postumi delle cadute sofferte a Misano nel round precedente. Non ancora al cento per cento fisicamente, la pilota di Toledo non correva ad Assen con una 600 dal 2019.
Nella giornata di prove del venerdì, Maria non è andata oltre alla ventiseiesima posizione, siglando il tempo di 1’40.314. Prestazione che ha poi migliorato sabato in Superpole, qualificandosi con il 25° tempo in 1’40.211.
Partendo un po’ arretrata, ha lottato per tutta la corsa contro i diretti avversari del WorldSSP Challenge, cercando di resistere ai dolori alla schiena che non le davano tregua e che hanno continuato ad affliggerla per tutto il weekend. Dopo 16 dei 18 giri di Gara 1, Maria è stata costretta a ritirarsi, molto provata fisicamente.
“Non mi sento al cento per cento fisicamente. Nonostante non mi sia rotta nulla, le cadute di Misano hanno lasciato degli strascichi e provo ancora dolore. Ho cercato di resistere finché ho potuto, ma non ero più in grado di continuare. Purtroppo mi sono ritirata a 2 giri dalla fine perché ero stremata” Maria Herrera.
Domenica è stata poi la volta di Gara 2 con cui si è concluso il DutchTT. Sempre nella condizione atletica di non produrre prestazioni alla sua portata, Maria è partita bene, ma ha perso terreno evitando un incidente alla prima curva. Mantenendo un ritmo costante, è arrivata al traguardo ventesima. Un risultato che non cambia nulla nella classifica del WorldSSP Challenge in cui mantiene salda la seconda posizione e viva la possibilità di rimonta sul primo. In attesa di recuperare una Herrera nella miglior forma possibile, il completamento di tutti i 18 giri testimonia la tenacia della pilota di Biblion Iberica Yamaha Motoxracing Team.
“Sono partita abbastanza bene, ma ho dovuto scansare l’incidente alla prima curva, perdendo le posizioni che avevo conquistato. Ho preso il ritmo e ho cercato di mantenerlo per tutti i giri. Dobbiamo lavorare per migliorare il punto di frenata. Penso che in momenti difficili come questo s’impari molto e si diventi più forti. Ho bisogno di recuperare fisicamente, specialmente la spalla, per tornare in condizione al più presto. Ringrazio la squadra per il lavoro” Maria Herrera.
Il prossimo appuntamento con il WorldSSP Challenge è per il weekend 6-7-8 agosto, all’Autodrom Most in Repubblica Ceca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here