Italian Hockey League, la finale sarà tra Merano e Caldaro

Sarà ancora una volta Merano contro Caldaro la finale della Italian Hockey League, come negli ultimi playoff disputati (stagione 2018/19)

Sarà ancora una volta Merano contro Caldaro la finale della Italian Hockey League, come negli ultimi playoff disputati (stagione 2018/19). Per la terza volta consecutiva salta il fattore campo nel derby altoatesino di semifinale tra Cavaliers e Lucci. Il Caldaro s’impone sul ghiaccio dell’Unterland (come nel terzo atto della serie) al termine di una gara 5 molto equilibrata e risolta solo all’overtime per il 2:1 conclusivo degli ospiti. La finale tra Aquile e Lucci inizierà giovedì a Merano e sarà sempre al meglio delle cinque gare.
Primo periodo senza reti
Primo periodo con i Cavaliers padroni di casa più decisi alla ricerca del vantaggio, ma anche il Caldaro non é da meno e ha forse le occasioni più chiare di questa prima parte di gara con un Teemu Virtala che chiama dopo 3 minuti alla deviazione provvidenziale Cloutier da posizione ravvicinata, poi scheggia il palo con la sua squadra in inferiorità numerica. Nonostante la grinta di Kokoska, l’Unterland non riesce a trovare la via della rete contro un avversario ordinato e lucidissimo nel farsi pericoloso in contropiede. Nella di fatto quindi dopo 20’ di gioco anche se le squadre mettono subito la gara su ritmi molto alti, mancando forse di un po’ di precisione al momento della stoccata a rete.
Continua l’equilibrio sul ghiaccio di Egna
Periodo centrale contraddistinto dal ritmo sempre e costantemente altro, anche se rispetto ai primi 20 minuti c’è un Caldaro più intraprendete, aggressivo e che cerca di imporre la propria manovra senza però riuscire a sbloccare il risultato. La gara, poi, s’incaglia a centro pista con qualche tentativo confusionario di troppo per riuscire a trovare la via delle rete o per costruire azioni pericolose. Nella seconda parte arrivano le occasioni migliori. Prima è Michael Felderer a sparare fuori senza vedere i compagni meglio piazzati, mentre il solito Kokoska cerca di trovare l’angolo giusto dopo una corta respinta di Morandell ma nulla di fatto. Nei minuti finale i Cavaliers provano a spingere ma il tempo scorre e si va al secondo riposo ancora sullo 0-0.
Il goal iniziale di Soelva viene ripreso da quello di Pisetta
Ad inizio del terzo periodo gli ospiti passano a condurre sfruttando una dormita difensiva sulla quale Teemu Virtala trova il tempo giusto per entrare nel terzo avversario servendo Maximilian Soelva che buca Cloutier con un disco basso e preciso da pochi passi. I Cavaliers si riorganizzano, nonostante il Carldaro cerchi di contenere le sortite avversarie, ma su un’azione insistita davanti allo slot di Morandell, é Pisetta a trovare il tocco giusto per siglare il pareggio (48’). Sull’1-1 le due squadre continuando a provarci, ma l’equilibrio torna a farla da padrone con le due contendenti alla ricerca dello spazio decisivo per trovare l’azione propizia. Fine del terzo periodo con il Caldaro che ha una grande possibilità di provare a vincere avendo una superiorità numerica ma Cloutier e compagni fanno buona guardia e si va così al supplementare.
All’overtime decide il contropiede di Jonas Oberrauch che in due tempi supera Cloutier
Inizia meglio il Caldaro, ma i Cavaliers crescono alla distanza, non senza piazzare qualche colpo duro sugli avanti avversari più pericolosi, ma Morandell resta praticamente a guardare fino al minuto quinto quando arriva la rete della vittoria ospite. Il disco balla a centro pista, Caldaro lo conquista e lo allarga per Volcan prontissimo a servire Oberrauch che si invola verso Cloutier. L’estremo Italo canadese ferma una prima volta ,e nulla può sul secondo tocco del numero 12 avversario che porta così in finale i suoi dopo essere stati sull’orlo dell’eliminazione.
Italian Hockey League | Playoff | Semifinale | Gara 5 | Best-of-seven
Hockey Unterland Cavaliers – SV Kaltern Caldaro rothoblaas OT 1-2 (0-0, 0-0, 1-1, 0-1)
Gol: 40:52 M. Soelva (T. Virtala, M. Felderer) (0:1), 48:21 T. Pisetta (T. Virtala, M. Felderer) (1:1), 64:36 J. Oberrauch (P. Gius, M. Volcan) (1:2)
Formazione A: Frederic Cloutier 64:36 (Tizian Giovanelli); Alexander Peter Sullmann Pilser – Hannes Oberrauch; Lukas Goldner – Tobias Brighenti Moretti; Tobias Steiner – Alex Obexer; Kevin Zucal – Gabriel Sbop; Michele Covi – Florian Wieser – Filip Kokoska; Gabriel Galassiti – Moritz Kaufmann – Ruben Zerbetto; Tobia Pisetta – Gabriel Zerbetto – Moritz Selva; Marian Pallabazzer – Martin Graf – Manuel Pichler; Paul Nigel Thompson;
Formazione B: Daniel Morandell 64:36 (Alex Andergassen); Simon Vinatzer – Michele Volcan; Matteo Cappuccio – Marko Juhani Virtala; Lorenz Gruber – Florian Massar; Luca De Dona’ – Andreas Vinatzer – Raphael Felderer; Maximilian Soelva – Teemu Sakari Virtala – Michael Felderer; Patrick Gius – Bastian Andergassen – Jonas Oberrauch; Franz Erschbamer – Simon Andergassen – Matthias Fill; Karl Anderlan;
Penalità: 6-4 (0-2, 0-0, 6-2, 0-0)
Tiri: 34-38 (12-10, 10-15, 9-11, 3-2)
Arbitri: P. Gruber, A. Moschen (L. Fleischmann, A. Wiest)
Il Caldaro vince la serie di semifinale per 3:2 contro l’Unterland
La Finale della IHL inizierà giovedì 8 aprile a Merano e sarà al meglio delle 5 gare
Foto e Notizie: Ufficio Stampa FISG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here