Due eventi dedicati alla montagna per il 25esimo Valsusa Filmfest a Bussoleno con ricordo di Cala e Sherpa

Nel 2021 il Valsusa Filmfest sta celebrando i suoi 25 anni, come per il 2020 non si è potuto svolgere tradizionalmente nel periodo intorno al 25 aprile ma si svolge fino a settembre con numerosi eventi e con un programma che si va mana mano definendo.

Mercoledì 30 giugno 2021
Ore 21:00 – Esterno del Salone Polivalente, Via Walter Fontan 103, Bussoleno (TO)
“Sdraiato in cima al mondo” – Video e parole su Cala e Sherpa
Presentazione del progetto “Una scuola per il Nepal”
Venerdì 2 luglio 2021
Ore 18:00 – Piazzetta del Municipio, Bussoleno (TO)
Presentazione del libro “Ciak di Scala!” di Roberto Mantovani
Ore 21:30 – Esterno del Salone Polivalente, Via Walter Fontan 103, Bussoleno (TO)
Proiezione di “Diga” di Emanuele Confortin, premiato al Trento Film Festival
Con mascherine e distanziamento verranno rispettate tutte le misure anti-Covid
Ingressi gratuiti
www.valsusafilmfest.it
Nel 2021 il Valsusa Filmfest sta celebrando i suoi 25 anni, come per il 2020 non si è potuto svolgere tradizionalmente nel periodo intorno al 25 aprile ma si svolge fino a settembre con numerosi eventi e con un programma che si va mana mano definendo.
Tra fine giugno e inizio luglio sono in programma a Bussoleno due eventi dedicati alla montagna. Gli ingressi sono gratuiti e con mascherine e distanziamento verranno rispettate tutte le misure anti-Covid.
Mercoledì 30 giugno, alle ore 21:00 all’esterno del Salone Polivalente di Via Fontan, è in programma l’evento intitolato “Sdraiato in cima al mondo”, con video e parole su Cala e Sherpa e la presentazione del progetto “Una scuola per il Nepal” con la presenza di Erika Siffredi, Enzo Crdonatti, Francesco Cassardo e Linda Cottino.
Cala e Sherpa, Carlalberto Cimenti e Patrick Negro, erano due alpinisti scomparsi tragicamente lo scorso febbraio travolti da una valanga nei pressi di Pragelato. Cala era conosciuto a livello mondiale per le sue spedizioni, le sue conquiste e le sue avventure; il suo amico Sherpa era molto conosciuto a livello locale.
Durante la serata verrà presentato il progetto “Sdraiato in cima al mondo: una scuola per il Nepal”, Una campagna per trasformare il ricordo del noto alpinista Carlalberto Cimenti in un progetto di sviluppo per le popolazioni della montagne nepalesi che tanto ha amato. L’obiettivo del progetto è completare le scuole primarie di Shree Pattale e Necha Gahri, villaggi della bassa valle dell’Everest grazie al supporto sul campo del partner in loco: entrambe le scuole sono state distrutte dal terremoto del 2015 e solo parzialmente ricostruite > https://www.eppela.com/it/projects/30202-sdraiato-in-cima-al-mondo-una-scuola-per-il-nepal
Venerdì 2 luglio 2021 è in programma un doppio appuntamento con la presentazione del libro “Ciak di Scala!” di Roberto Mantovani e la proiezione di “Diga” di Emanuele Confortin. Alle ore 18 nella piazzetta del Municipio, Roberto Mantovani e Marco Ribetti, conservatore della Cineteca Storica e Videoteca del Museo Nazionale della Montagna, dialogheranno con Linda Cottino.
Alle ore 21:30 all’esterno del Saline Polivalente, verrà proiettato il documentario premiato all’ultimo Trento Film Festival che viene presentato con questa sinossi:
“La pastorizia è una professione antica come il tempo. In un’epoca segnata dalla globalizzazione, alcune comunità di persone continuano a custodire questo sapere prezioso. Tra loro c’è la famiglia Baldessari di Bellamonte, detti “Diga”. Sono transumanti da quattro generazioni, che in autunno lasciano la Val di Fiemme per cercare l’erba in pianura, ritornando solo a primavera. Ma per loro, al tempo del Covid, dell’iper-urbanizzazione e del ritorno dei grandi predatori, le regole del gioco sono cambiate”
IL VALSUSA FILMFEST
Il Valsusa Filmfest è un festival che dal 1997, nel mese di aprile, anima la Valle di Susa su tre temi principali: il cinema, la memoria storica e l’ambiente. Un festival poliartistico e itinerante che in numerosi comuni della Valle ha proposto in ogni edizione concorsi cinematografici, proiezioni fuori concorso e numerosi eventi a cavallo tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile, coinvolgendo scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone grazie al suo profondo radicamento nel territorio. L’obiettivo principale del festival è sempre stato quello di promuovere cultura dando ampio spazio alle nuove generazioni e a eventi in grado di far riflettere e cogliere i cambiamenti sociali, culturali e politici della contemporaneità.
La 24^ edizione del 2020 si è svolta in diversi momenti del periodo estivo e autunnale in seguito al rinvio causato dall’emergenza sanitaria. Nel 2021 il festival celebra i suoi 25 anni, non si è potuta svolgere come da tradizione nel periodo intorno al 25 aprile ma si svolge fino a settembre con numerosi eventi e con un programma che si sta definendo.

UFFICIO STAMPA LP PRESS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here