Inaugurata al Forte di Bard la mostra I Macchiaioli. Una rivoluzione en plein air

Lavevaz e Guichardaz «La cultura ritrovi il proprio valore all'interno della nostra quotidianità»

bardE’ stata inaugurata, martedì 23 febbraio, al Forte di Bard, la mostra I Macchiaioli. Una rivoluzione en plein air che apre la stagione espositiva 2021 del polo museale della Bassa Valle dopo un prolungato stop di tre mesi legato alle disposizioni contro la pandemia. Alla presentazione a porte chiuse, avvenuta con posti contingentati nella sala Archi Candidi, hanno preso parte il Presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta, Erik Lavevaz, l’Assessore ai Beni Culturali, Turismo, Sport e Commercio, Jean-Pierre Guichardaz, l’Assessore allo Sviluppo Economico, Luigi Bertschy e i consiglieri regionali Stefano Aggravi e Dennis Brunod. A fare gli onori di casa è stata la Presidente del Forte di Bard, Ornella Badery che ha poi ceduto la parola per la presentazione dei contenuti del progetto a Maria Cristina Ronc, direttore del Forte, Simona Bartolena, curatrice della mostra e a Fabio Sanvito, referente della società Vidi – Visit Different.
«Con questa mostra – dichiarano il Presidente della Regione Erik Lavevaz e l’Assessore ai beni culturali Jean-Pierre Guichardaz – inizia una stagione che deve restituire alla frequentazione della cultura il giusto spazio in Valle d’Aosta. Con la riapertura degli spazi culturali, che abbiamo già ampliato ai fine settimana, vogliamo che anche la cultura ritrovi il proprio valore all’interno della nostra quotidianità. Anche se ancora condizionati dalle restrizioni legate alla pandemia, questo è un segnale per la nostra comunità: il blocco allo spostamento tra regioni può trasformarsi anche in un’occasione di fruizione della ricchezza culturale e storica della nostra regione per tutti i valdostani. Nella prospettiva di vedere presto l’allentamento di questi limiti, grazie al grande sforzo della campagna vaccinale, ci auguriamo che questa mostra e le tante iniziative culturali che sono in lavorazione in queste settimane possano essere un passo importante nel riappropriarsi degli spazi pubblici e di scoperta da parte di tutti i cittadini della nostra regione».
«In questi mesi di stop forzato sono state portate avanti tante attività di manutenzione e abbiamo lavorato a nuovi progetti per dare al Forte e al territorio opportunità di crescita che consentano quanto prima di poter superare questo difficile momento – dichiara la Presidente del Forte di Bard, Ornella Badery -. La mostra I Macchiaioli rappresenta un forte segnale di ripartenza; nelle prossime settimane procederemo all’apertura delle nuove esposizioni a partire da World Press Photo 2020».
La mostra presenta 80 opere di autori in grado di analizzare l’evoluzione di questo movimento, fondamentale per la nascita della pittura moderna italiana: da Serafino de Tivoli, precursore della rivoluzione macchiaiola, a Silvestro Lega, Telemaco Signorini, Vincenzo Cabianca, Raffaello Sernesi, Odoardo Borrani, Cristiano Banti e Giovanni Fattori.
L’esposizione sarà visitabile sino al 6 giugno 2021. Sino al 28 marzo l’orario di apertura previsto è il seguente: dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle 18.00 (chiuso al lunedì).
Informazioni
Associazione Forte di Bard
Forte di Bard
Bard (Aosta)
T. + 39 0125 833811
info@fortedibard.it
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here