Il Forte di Bard riapre al pubblico da venerdì 28 maggio con la nuova edizione di Wildlife Photographer of the Year e C’era una svolta, nuovo progetto fotografico con Ansa

Il Forte di Bard riapre al pubblico da venerdì 28 maggio con la nuova edizione di Wildlife Photographer of the Year e C’era una svolta, nuovo progetto fotografico con Ansa

bardIl Forte di Bard riapre al pubblico da venerdì 28 maggio con la nuova edizione di Wildlife Photographer of the Year e C’era una svolta, nuovo progetto fotografico con Ansa. La mostra sui Macchiaioli prorogata sino al 27 giugno.
La Valle d’Aosta torna in zona gialla e il Forte di Bard può finalmente riaprire al pubblico a partire da venerdì 28 maggio, con una ricca offerta espositiva. La fortezza sarà aperta nei consueti orari, feriali dale ore 10.00 alle 18.00, sabato e domenica, dalle ore 10.00 alle 19.00, con ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. In occasione del ponte festivo del 2 giugno il Forte sarà aperto anche lunedì 31 maggio.
La prenotazione non è necessaria mentre resta obbligatoria per i gruppi; è comunque consigliato l’acquisto dei biglietti online sul sito fortedibard.it.
La riapertura porta con sé due nuove mostre fotografiche in anteprima nazionale: l’atteso lancio della nuova edizione di Wildlife Photographer of the Year, il più importante concorso al mondo di fotografia naturalistica, al suo 56esimo anno e il progetto in collaborazione con l’agenzia Ansa, C’era una svolta, come siamo cambiati e come è cambiata l’Italia attraverso 75 anni di immagini dell’ANSA. Le due esposizioni saranno aperte da venerdì 28 maggio sino a martedì 31 agosto precedute, giovedì 27 maggio alle ore 14.30, da un’anteprima con visita guidata riservata ai possessori della Membership Card del Forte (per info t. 0125 833811).
La mostra d’arte I Macchiaioli, una rivoluzione en plein air – che presenta 80 capolavori del movimento artistico che ha rivoluzionato la storia della pittura italiana dell’Ottocento – è stata prorogata sino a domenica 27 giugno. L’Omaggio a Dante con l’esposizione, all’interno della Cappella di San Maurizio, di una preziosa Divina Commedia del 1487 proveniente dalla collezione del Castello di Castiglione del Terziere, proseguirà sino a domenica 27 giugno.
L’offerta espositiva comprende inoltre, la possibilità di visitare tutti e tre gli spazi permanenti: il Museo delle Alpi, il percorso storico all’interno delle Prigioni, il Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere con la mostra La memoria dell’Aosta. Il sacrario del 4° Reggimento Alpini che presenta 124 pezzi tra i più rappresentativi e significativi della storia del Battaglione Aosta e del 4° Reggimento.
Sicurezza e modalità di accesso al Forte
L’accesso agli ascensori panoramici è consentito sino ad un massimo di 4 persone o per gruppi omogenei sino alla capienza massima indicata.
E’ obbligatorio l’uso della mascherina in ogni spazio interno ed esterno della fortezza.
Le mostre e i musei possono essere fruiti con percorsi monodirezionali di ingresso/uscita appositamente segnalati. All’ingresso e lungo ogni percorso di visita, sono collocati pannelli informativi con le indicazioni sulle norme di distanziamento e le precauzioni da seguire e gel disinfettante.
Al bookshop sono in distribuzione guanti monouso per sfogliare i volumi esposti.
Vengono assicurate procedure di igienizzazione e di sanificazione periodica dei locali.
La Caffetteria di Gola e il ristorante La Polveriera saranno aperti con possibilità di consumazione all’esterno.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Forte di Bard

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here