GiovedìScienza in diretta dal NICO presenta: Vivere per Sempre

GiovedìScienza torna nei centri di ricerca d’eccellenza del territorio

giovediscienza-diretta-nico-presenta-vivere-sempreGiovedìScienza torna nei centri di ricerca d’eccellenza del territorio. Il 10 marzo il Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi NICO – Università di Torino ospiterà la diretta streaming, online su www.giovediscienza.it, con l’appuntamento: Vivere per sempre. Una popolazione sempre più longeva, i suoi problemi e le risposte della ricerca.

Si stima che in Italia nel 2051 ci saranno 280 anziani ogni 100 giovani e la prevalenza delle malattie neurodegenerative è di conseguenza destinata ad aumentare. L’età è infatti il principale fattore di rischio associato alle demenze, di cui l’Alzheimer rappresenta il 60-80% dei casi mondiali. Questa malattia non ha ad oggi una cura efficace, ma sappiamo che inizia il suo decorso asintomatico 20-30 anni prima della comparsa dei deficit cognitivi. A tal proposito, oggi la ricerca si concentra sui fattori di rischio in grado di determinare nel tempo l’insorgere della malattia. Riparare il cervello significa conoscerlo ed è per questo che i ricercatori del Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi (NICO) di Orbassano (TO) ne studiano struttura e funzioni normali, così da comprendere come si ammala e come curarlo. La complessità degli studi sul cervello richiede un approccio multidisciplinare: la forza dell’istituto risiede proprio nell’unione di competenze ed esperienze complementari e nell’integrazione della ricerca di base con quella applicativa e clinica.

Il NICO riunisce 50 ricercatrici e ricercatori dell’Università di Torino, di cui 20 docenti: una squadra con un mix efficace di entusiasmo ed esperienza che frutta ogni anno oltre 70 pubblicazioni scientifiche, con all’attivo numerose collaborazioni internazionali.

I ricercatori del NICO racconteranno al pubblico di GiovedìScienza i vari progetti di studio a cui lavorano ogni giorno, con l’obiettivo di progredire con la ricerca.

Vivere per sempre sarà l’ultimo appuntamento aperto a tutti della 36esima edizione di GiovedìScienza, che si concluderà con lo Speciale Scuole in programma il 17 marzo.

I RELATORI:

 

Prof. Alessandro VercelliDirettore del NICO, introdurrà la storia dell’Istituto, dalla nascita della Fondazione Cavalieri Ottolenghi all’inaugurazione dell’Istituto nel 2010.

Prof.ssa Annalisa Buffo, alla guida del gruppo di ricerca di Fisiopatologia delle cellule staminali cerebrali, mostrerà come la ricerca – unita ad alcuni buoni stili di vita – possa contrastare il declino di un cervello che invecchia.

Prof. Luca Bonfanti, alla guida del gruppo di ricerca di Neurogenesi adulta, spiegherà come vengono studiati i neuroni immaturi e quali possibilità rappresentano per contrastare l’invecchiamento.

Prof.ssa Marina Boido, del gruppo di ricerca di Sviluppo e patologia del cervello parlerà al pubblico di GiovedìScienza delle ricerche che mirano a migliorare l’innervazione del muscolo e di come al NICO si studiano questi processi per mezzo di colture di cellule muscolari e nervose.

Prof.ssa Elena Tamagno, alla guida del gruppo di ricerca di Invecchiamento e malattia di Alzheimer che studia i marker predittivi della malattia, l’effetto protettivo della dieta sui danni neuronali, il ruolo della frammentazione del sonno nella progressione della malattia, le disfunzioni dei mitocondri e il metabolismo del ferro nel cervello, nell’invecchiamento e nelle fasi precoci della malattia.

Modera l’incontro Gianluca Dotti, giornalista specializzato in scienza e tecnologia, fisico di formazione e collaboratore di “Wired”, “Il Sole 24 Ore”, Mediaset e StartupItalia.

www.giovediscienza.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here