Farfalle del Monviso: una giornata in cui scienza e bellezza si incontrano

Sabato 7 agosto a Ostana nona edizione del workshop nazionale del progetto “Butterfly Monitoring Scheme Italia” per presentare la rete di monitoraggio permanente delle farfalle italiane e formare una rete di volontari

Sabato 7 agosto presso l’auditorium del Centro Polifunzionale Lou Pourtoun di Ostana (fraz. Sant’Antonio, 60/A) si svolge la nona edizione del workshop nazionale del progetto “Butterfly Monitoring Scheme Italia” o rete di monitoraggio delle farfalle. L’attività ha lo scopo di monitorare e di contare le specie di farfalle utilizzando un metodo condiviso in tutta Europa, al fine di stabilire strategie di conservazione appropriate anche alla luce delle valutazioni che consente di effettuare sugli effetti dei cambiamenti climatici. Nella giornata verrà presentata la nascita di una rete di monitoraggio permanente delle farfalle italiane, che è parte della più ampia rete europea. Inoltre, poiché il progetto vive anche grazie all’impegno di moltissimi volontari secondo la diffusa modalità della “citizen scienze”, sarà un momento concreto in cui formare una rete di volontari, con un pomeriggio di attività sul campo, in modo che possano conoscere i metodi standardizzati già applicati in altri paesi europei.
Un gruppo di esperti, tra cui Simona Bonelli, docente dell’Università di Torino, presenteranno le modalità con cui viene portato avanti il progetto: l’invito a partecipare al workshop è aperto a tutti coloro che amano le farfalle e ai quali piace camminare all’aria aperta.
La partecipazione è gratuita, ma la prenotazione è obbligatoria entro le 12 del 6 agosto al link https://butterfly_monviso.eventbrite.it
Al fine del mantenimento del distanziamento sociale è previsto un numero massimo di 30 partecipanti. Si ricorda che è richiesto il green pass ed è obbligatorio l’utilizzo delle mascherine negli spazi confinati e all’esterno, qualora non fosse possibile mantenere continuativamente la distanza di sicurezza. Inoltre si consiglia di munirsi di una borraccia per evitare l’uso di bottiglie di plastica.
Il workshop è ospitato dal Parco del Monviso e dalla Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso – MaB UNESCO nella cui area si possono incontrare più di 100 specie diverse di coloratissime farfalle diurne, fra cui alcune di interesse conservazionistico perché con distribuzione localizzata (endemismi) o di interesse comunitario, quindi protette a livello europeo. L’evento è supportato dalla Butterfly Conservation Europe (BCE), dall’Associazione Lepidotterologica Italiana (ALI) e dal progetto SPRING.
La giornata ha come cornice Ostana e la biodiversità, soggetti di un progetto integrato internazionale, il PITEM Biodiv’Alp, nell’ambito del quale, insieme al Comune di Ostana e a molti operatori sul territorio, vedrà la luce una Comunità Custode della Biodiversità, che consapevole della ricchezza ambientale del proprio territorio e dei servizi ecosistemici ad essa collegati, porterà avanti, in sinergia con il Parco, nuovi percorsi di sostenibilità, tutela, promozione e conoscenza.
Per approfondimenti: https://butterfly-monitoring.net/it/italy-bms
Programma
09:30 – 10:00 Registrazione dei partecipanti
10:00 – 10:15 Saluti di benvenuto del Presidente del Parco
10:15 – 10:45 Cristina Sevilleja (eBMS project officer) Presentazione del progetto ABLE. Creazione di un network per il monitoraggio delle farfalle in Europa
10:45 – 11:15 Simona Bonelli (Università di Torino). Lo stato dell’arte del Butterfly Monitoring Scheme Italia
11:15 – 11:30 Pausa
11:30 – 12:00 Federica Paradiso (Università di Torino) Il metodo del transetto
12:00 – 12:30 Davide Giuliano (Università di Torino). Come riconoscere le specie di farfalle
12:30 – 14:00 Pausa pranzo e spostamento a Pian Della Regina. Con pranzo al sacco offerto dal Parco
14:00 – 16:30 Il transetto in pratica. (Attività all’esterno presso Pian della Regina)
16:30 – 16:45 Conclusioni
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Parco del Monviso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here