Un Bolzano sprecone si ferma ai rigori contro il Frisk Asker – Ma i Foxes sono comunque agli ottavi di finale di CHL

Arriva la prima sconfitta in Champions Hockey League per l’HCB Alto Adige Alperia, che spreca tantissimo e alla fine cade per 2 a 1 ai tiri di rigore contro i norvegesi del Frisk Asker

Arriva la prima sconfitta in Champions Hockey League per l’HCB Alto Adige Alperia, che spreca tantissimo e alla fine cade per 2 a 1 ai tiri di rigore contro i norvegesi del Frisk Asker. Con la contemporanea vittoria del Salisburgo contro i polacchi dello Jastrzebie, però, i Foxes staccano comunque il ticket per i sedicesimi di finale: per la seconda volta i biancorossi entrano così tra le sedici migliori squadre d’Europa. Il 5 e 12 ottobre (rispettivamente all’Eisarena e al Palaonda) Red Bulls e Foxes si giocheranno il primo posto nel girone H, prima del sorteggio per la fase a eliminazione diretta.
La cronaca. Coach Doug Mason recupera Dan Catenacci dopo la giornata di squalifica, mentre tra i pali c’è Justin Fazio.
I ritmi del primo tempo sono piuttosto bassi. Il primo squillo è del Bolzano, che dopo cinque minuti colpisce la traversa con Frigo. Dall’altra Fazio deve inventarsi una grande parata su Dokken, poi non succede un granché. Nel finale i norvegesi alzano il baricentro grazie a due powerplay consecutivi, ma il penalty killing biancorosso tiene.
Asker che inizia in powerplay anche il periodo centrale, senza concretizzare. Anche i Foxes sprecano la loro prima superiorità numerica e, al 31:50, incassano il goal dell’1 a 0: in contropiede Bastiansen serve Granholm, che prende la mira e fulmina Fazio. Il Bolzano risponde e inizia a imporre il proprio ritmo: prima Vestavik ferma un’incursione biancorossa sull’asse Pitschieler-Alberga, poi al 34:09 Mathew Maione centra la sua prima marcatura con la maglia del Bolzano, scambiando con Findlay e depositando a porta sguarnita dopo una finta. Padroni di casa che continuano a insistere e vanno vicini anche al vantaggio, prima con Frigo e Mizzi, poi con Catenacci: l’estremo difensore norvegese però abbassa la saracinesca.
Terzo drittel che inizia con un’occasione per Findlay, ma Vestavik salva appena prima che il disco varchi la linea di porta. Poi è Fazio però a tenere a galla i suoi, prima su Lagace, poi con una “big save” su Christiansen. Il Bolzano inizia a sprecare tanto, troppo. In powerplay i biancorossi non concretizzano, poi nel finale l’Asker toglie il portiere per tentare l’impresa 3 punti e tenere vive le speranze di qualificazione: è qui che prima Catenacci e poi Findlay si divorano due goal ormai fatti a porta sguarnita. Il match scivola all’overtime, che è un monologo biancorosso: sale in cattedra però il giovane portiere norvegese, Vestavik, che non concede nulla a un Bolzano poco cinico sotto porta. La lotteria dei rigori la vince poi la truppa norvegese, grazie all’unico shootout realizzato da Lagace.
Bernard e compagni prepareranno adesso il primo weekend di campionato, venerdì 17 in casa contro l’HC Orli Znojmo (ore 19:45) e domenica 19 in casa dell’EC Red Bull Salzburg (ore 16:30).
HCB Alto Adige Alperia – Frisk Asker 1 – 2 [0-0; 1-1; 0-0; 0-0; 0-1]
Reti: 31:50 Viktor Granholm (0-1); 34:09 Mathew Maione (1-1); Jacob Lagace PS (1-2)
Arbitri: Sternat, Ofner / Pardatscher, Nothegger
Spettatori: 1.200
Da domani riparte la vendita degli abbonamenti
Da domani, presso l’ufficio dell’HCB (Palaonda di Bolzano) riparte la vendita degli abbonamenti per la stagione 2021/22. Viste le due partite di CHL già disputate, chi si abbonerà da domani in poi riceverà anche un voucher del valore di due partite del settore dell’abbonamento da utilizzare entro maggio 2023. L’ufficio resterà aperto lunedì, martedì e mercoledì dalle 15:00 alle 18:00 e giovedì dalle 10:00 alle 12:00. Vista la capienza ridotta, l’abbonamento quest’anno sarà importantissimo per avere la possibilità di assistere a tutte le partite della stagione.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa HCB Alto Adige Alperia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here