Torneo Preolimpico: l’Italia maschile ha due chance per volare a Pechino. La Nazionale femminile esce a testa alta

torneo-preolimpico-italia-maschile-chance-volare-pechino-nazionale-femminile-esce-testa-alta
Italia-curling-Europei-Lillehammer-credit-WCF_4

Primi verdetti dal Torneo Preolimpico di curling di scena a Leeuwarden, in Olanda. La Nazionale femminile, pur lottando fino all’ultimo e superando le aspettative della vigilia, deve dire addio ai sogni di qualificazione a cinque cerchi.

La sconfitta odierna contro la Scozia relega le azzurre al quinto posto, fuori dai quattro che valevano l’accesso ai playoff della competizione. Ottime notizie invece dal fronte maschile, dove il team tricolore di Claudio Pescia conquista una doppia vittoria con cui blinda il secondo posto in classifica che vale, domani alle 15, il primo match point di qualificazione per Pechino 2022.

Gli azzurri, sul ghiaccio con Joel Retornaz (skip, Fiamme Oro), Sebastiano Arman (Aeronautica Militare), Simone Gonin (Aeronautica Militare) ed Amos Mosaner (Aeronautica Militare), prima superano in mattinata 9-4 il Giappone, quindi travolgono 11-4 la Germania.

Contro i nipponici, gli azzurri ingranano poco a poco costruendo comunque un buon vantaggio nella prima metà di gara con un parziale di 5-2. Dal sesto al nono end il Giappone non va a segno con più di una marcatura nei suoi turni di martello mentre l’Italia va due volte a referto con due punti fissando il risultato sull’11-4 che costringe gli avvers3ari alla resa. Nell’incontro serale la Nazionale maschile guida 3-2 dopo cinque mani prima di siglare, nel sesto end, il colpo da 4 punti che indirizza la gara. Dopo la risposta tedesca con due marcature nel settimo, ecco altri quattro punti azzurri che mettono la parola fine alla partita dopo otto riprese.

Domani alle 15 la sfida alla Repubblica Ceca terza del girone e già sconfitta nel round robin: se vince, l’Italia vola a Pechino, mentre se incappa in una sconfitta tutto si rimanda alla sfida di sabato, sempre alle 15, contro la Danimarca quarta classificata del round robin.

Non può invece ancora sperare la Nazionale femminilesconfitta 8-1 dalla Scozia nel match decisivo per raggiungere la quarta posizione in classifica. Le ragazze di Violetta Caldart, con una formazione composta da Stefania Constantini (skip, Fiamme Oro), Marta Lo Deserto (C.C. Dolomiti), Angela Romei (Fiamme Oro) e Giulia Zardini Lacedelli (C.C. Dolomiti), non riescono a resistere alla furia scozzese che le travolge in un match che dura appena 6 end, con le avversarie spietate, tra quinto e sesto end, a piazzare cinque punti complessivi che azzerano le chance di rimonta tricolore e fissano il risultato sull’8-1. La Scozia chiude prima del round robin e conquista la qualificazione olimpica mentre l’Italia chiude quinta, a pari merito per vittorie con la Lettonia ma sfavorita dagli scontri diretti.

Pur non riuscendo nell’impresa le azzurre hanno comunque dimostrato nell’ultimo mese una crescita costante che fa ben sperare per il futuro: dalla salvezza negli Europei alla qualificazione per il prossimo Mondiale passando per questo buon Torneo Preolimpico, Constantini e compagne hanno messo in fila risultati importanti nel loro di maturazione. Intanto l’Italia vuole fare festa con la qualificazione a cinque cerchi degli uomini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here