Tommaso Boni vicino alle 100 presenze con le Zebre Rugby

Con 99 presenze collezionate tra coppe europee e campionato celtico, Tommaso Boni è vicino tagliare il traguardo delle 100 gare ufficiali con le Zebre Rugby

Con 99 presenze collezionate tra coppe europee e campionato celtico, Tommaso Boni è vicino tagliare il traguardo delle 100 gare ufficiali con le Zebre Rugby.
L’11 volte Azzurro potrebbe così diventare l’ottavo centurione della franchigia federale, unendosi allo speciale club che, a partire dal novembre del 2017, ha iniziato a prendere forma con l’ingresso di Andrea De Marchi e a seguire quello di Guglielmo Palazzani, Dario Chistolini, Oliviero Fabiani, George Biagi, Giulio Bisegni e Andrea Lovotti.
L’occasione per il 28enne originario di Mestre potrebbe presentarsi venerdì 2 aprile, nella sfida degli ottavi di finale di Challenge Cup contro il Bath Rugby.
L’incontro si svolgerà allo Stadio Lanfranchi di Parma e sarà trasmesso in diretta alle ore 16:00 su Sky Sport Arena, canale 204 dell’emittente satellitare, e in streaming sulla piattaforma Now TV.
Una gara di assoluto prestigio e dal sapore speciale per Boni che nella stagione 2019/20 ha guidato per la prima volta le sue Zebre e che vanta sin qui 9 presenze da capitano dei multicolor.
“Ci aspetta una partita molto dura sul piano fisico – commenta il centro veneto, arrivato a Parma nell’estate del 2015 dopo più di trenta partite giocate col Mogliano Rugby –. Il Bath fa della maul uno dei suoi punti di forza, ma ha anche una linea di trequarti molto veloce. Dovremo cercare di non fare il loro gioco e di sfruttare i loro punti deboli. Appunto per questo, abbiamo impostato un lavoro nel prendere ritmo e nel mettere sotto pressione i nostri avversari col nostro gioco”.
“Stiamo lavorando tutti con molta intensità e l’aver ritrovato i Nazionali ci ha dato sicuramente delle energie nuove che mancavano alla squadra – continua il 28enne, esordito con l’Italia il 28 giugno 2016 a Toronto contro il Canada –. Quest’anno siamo nettamente migliorati nella difesa e nel placcaggio basso: è un aspetto su cui ci siamo particolarmente concentrati perché permette di isolare il portatore di palla e di creare dei turnover”.
“Negli anni abbiamo dimostrato di avere un attacco performante. Poter contare adesso anche su una difesa che è aumentata di livello ci dà sicuramente un valore aggiunto come squadra – aggiunge Boni che vanta anche 13 mete segnate con le Zebre –. Siamo cresciuti molti e arriviamo alla gara di venerdì in piena confidenza in noi e nei nostri mezzi. Ci sono state sfide che non abbiamo vinto di un soffio: non vogliamo che con Bath sia una di quelle”.
“Potrebbe essere la mia 100esima partita con le Zebre: questo forse mi darà una motivazione in più, ma io il segno lo voglio lasciare ogni volta che scendo in campo. Conviene rimanere concentrati sulla sfida e lasciar perdere altre cose. In caso, si festeggerà dopo”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Zebre Rugby

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here