Team Go Eleven e Chaz Davies risollevano il weekend olandese della WorldSBK

Il Team Go Eleven e Chaz Davies risollevano il weekend olandese con un'ottima prestazione in Gara 2, alla duecentesima partenza del pilota gallese nel WorldSBK.

Il Team Go Eleven e Chaz Davies risollevano il weekend olandese con un’ottima prestazione in Gara 2, alla duecentesima partenza del pilota gallese nel WorldSBK.
Dopo la difficile giornata di ieri, nella notte, il TT-Circuit viene colpito da un violento temporale, che inonda ampi tratti della Cattedrale della Velocità. Il Warm Up viene addirittura posticipato, a causa di una grossa quantità di acqua ferma in Curva 5. Durante il turno la pista è mezza umida e Chaz scende in pista per effettuare qualche passaggio senza spingere al limite.
Warm Up:
P 1 T. Razgatlioglu 1.36.535
P 2 J. Rea +0.431
P 3 A. Bautista +0.504

P 9 C. Davies + 2.117
La Superpole Race è una gara fondamentale per chi ha faticato nelle qualifiche, entrare nei primi nove è l’obiettivo principale per puntare ad un’ottima Gara 2. Chaz parte abbastanza bene, difendendo la propria posizione ed inizia l’inseguimento alla Top Ten. Giro dopo giro recupera posizioni, con un buon ritmo. Entra in lotta con Rabat e Gerloff per l’ottava posizione, concludendo poi nono con una buona difesa nell’ultimo giro. In 10 giri recuperare tante posizioni non è facile, ma la terza fila conquistata per Gara 2 è decisamente importante.
Superpole Race:
P 1 J. Rea 15’54.593
P 2 M. Rinaldi +3.542
P 3 T. Razgatliouglu + 3.600

P 9 C. Davies + 11.891
Poco prima di Gara 2, come a Donington poche settimane fa, qualche nuvola minacciosa compare sopra Assen. Per fortuna, dopo poche gocce, il sole ritorna protagonista e l’ultima gara del weekend parte con asfalto asciutto. Chaz ha un buono spunto, segue una traiettoria interna nelle prime curve e riesce ad avere un ottimo allungo sul rettilineo che gli consente di recuperare un paio di posizioni. Il suo passo gara è veloce fin dall’inizio, tanto che riesce a sorpassare Sykes e Lowes in pochi giri. Imposta poi il suo ritmo e si mette all’inseguimento del duo Ducati Redding e Rinaldi, in battaglia tra loro per la terza piazza. Scott riesce ad allungare un po’, mentre Michael e Chaz sono in lotta tra loro. L’alfiere Go Eleven si butta nel secondo settore e conquista la quarta posizione. Allunga quel tanto che basta per difendersi dal rientro di Bautista, ma da metà gara in poi la gomme anteriore è completamente distrutta, come già successo ieri. Solidissima prestazione del pilota gallese che si ferma proprio a ridosso del podio nella sua duecentesima gara nel Mondiale Superbike!
Best Independent Team & Rider, Go Eleven ritorna nelle posizioni di vertice!
Race 2:
P 1 J. Rea 33’27.685
P 2 S. Redding +1.605
P 3 A. Locatelli +3.431
P 4 C. Davies +8.695
Nel prossimo Round, a Most, Repubblica Ceca, 06-08 Agosto, il pilota gallese e la sua squadra andranno alla ricerca di una conferma dopo la buona prestazione di Assen. Pista completamente nuova per tutti, il WorldSBK si reca all’Autodrom Most per la prima volta nella storia; tutto può succedere, solo dopo i primi turni si potranno capire le caratteristiche del tracciato ceco, e chi riuscirà ad interpretarlo al meglio!
Chaz Davies (Rider):
“Abbiamo fatto una modifica piuttosto importante sulla moto ed ha funzionato! Sono contento di aver sentito dei miglioramenti nel girare la moto; girava più naturalmente e quest ha aiutato sia la performance della moto che dal punto di vista fisico. Ho dovuto lavorare meno con il corpo e potato lasciar lavorare la moto in modo più naturale. Devo dare atto alla mia squadra, per aver fatto un bel salto in avanti e per essere stati coraggiosi in una decisione, è stata decisamente la mossa giusta. Sfortunatamente abbiamo sofferto lo stesso problema di ieri, a sette giri dalla fine ho distrutto la gomma anteriore. E’ stato un peccato, perché mi sentivo di poter entrare nella mischia per il podio, mangiando centimetro dopo centimetro a Scott; la gomma dietro era a posto, il davanti era completamente finito. Da quel momento in poi ho solo cercato di stare in sella, anche se ho rischiato molte volte, ho perso l’anteriore in più di un’occasione. Comunque, ho fatto quello che dovevo fare, ho difeso la quarta posizione ed ho portato a casa il Top Independent, sono contento di ciò e grazie al Team Go Eleven!
Denis Sacchetti (Team Manager):
“Nella Superpole Race non siamo stati velocissimi ma era troppo importante riuscire ad entrare nei 9, e Chaz ci è riuscito. Per la gara, la squadra ha avuto poi il coraggio di rischiare un set-up completamente diverso, abbiamo preso un rischio ma è andata bene e ci ha premiato. Il ritmo di Chaz era molto veloce, e il terzo posto era alla portata, peccato abbia finito la gomma anteriore a pochi giri dalla fine. Un problema che ci portiamo dietro da tutto il weekend, bisognerà capire perché qui abbiamo consumato cosi tanto la gomma davanti. Complimenti a Chaz per la sua duecentesima gara in Superbike; è sempre più nella leggenda di questo Campionato!”
Sunday Pics (By Luca Gorini)
Notizie: Ufficio Stampa Team Go Eleven

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here