La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 strappa un gran punto a Novara

Un punto d’oro frutto di una splendida prestazione in casa della capolista

reale-mutua-fenera-chieri-76-punto-novara
Foto di Gabriele Sturaro

Un punto d’oro frutto di una splendida prestazione in casa della capolista, e un pizzico di rammarico per un risultato che forse poteva essere anche migliore.

Si può riassumere così la sconfitta patita al tie-break al PalaIgor dalla Reale Mutua Fenera Chieri ’76 contro l’Igor Gorgonzola Novara nel recupero della tredicesima giornata del girone d’andata. Un risultato maturato al termine di 2 ore e 40 minuti di gioco che, escluso il terzo set, ha sempre visto le due squadre protagoniste di un intenso e avvincente confronto.

Dopo essersi aggiudicate il primo set 20-25 con una solida progressione, le ragazze di Bregoli hanno avuto la peggio 30-28 nella seconda frazione cedendo alla quinta palla set dopo non averne concretizzate due. Il terzo set è stato vinto dalla squadra di Lavarini in modo più netto di quanto potrebbe far pensare il 25-21, mentre il quarto parziale se la sono aggiudicato le biancoblù con un guizzo vincente nel finale. Chieresi avanti anche nel tie-break, ma sul 6-8 Novara ha capovolto le sorti a suo favore.

Meritatissimo premio di MVP per Herbots che, entrata nel finale del secondo set, ha impresso una decisiva svolta alla gara risultato decisiva in più frangenti. Miglior realizzatrice dell’incontro Grobelna con 23 punti.

Igor Gorgonzola Novara-Reale Mutua Fenera Chieri ’76 3-2 (20-25; 30-28; 25-21; 22-25; 15-12)
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Hancock 6, Karakurt 17, Chirichella 10, Washington 4, Caterina Bosetti 17, Daalderop 5; Fersino (L); Battistoni, Montibeller 2, D’Odorico, Herbots 19, Bonifacio 4. N.e. Costantini, Imperiali (2L). All. Lavarini; 2° Baraldi.
REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76: Bosio, Grobelna 23, Weitzel 1, Alhassan 14, Villani 18, Frantti 11; De Bortoli (L); Bonelli, Cazaute 4, Perinelli, Mazzaro 8, Karaoglu. N.e. Guarena, Armini (2L), All. Bregoli; 2° Sinibaldi.
ARBITRI: Armandola di Voghera e Nava di Villasanta.
NOTE: presenti 1020 spettatori. Durata set: 27′, 39′, 30′, 32′, 18′. Errori in battuta: 13-11. Ace: 5-4. Ricezione positiva: 62%-50%. Ricezione perfetta: 43%-32%. Positività in attacco: 37%-36%. Errori in attacco: 14-16. Muri vincenti: 5-11. MVP: Herbots.

La cronaca
Primo set – All’ingresso in campo Novara spinge forte su servizio di Hancock: 4-0 e time-out di Bregoli, poi la pipe di Grobelna vale il 4-1. Nelle azioni successive gli scambi si allungano e la partita sale di intensità. Chieri inizia a trovare il ritmo, recupera un paio di punti e mette il naso avanti per la prima volta sull’11-12 su servizio di Villani. Con un eccellente lavoro nel muro-difesa le biancoblù aumentano il vantaggio toccando il +4 sul 14-18 (Villani). Da lì in avanti le chieresi non si fanno più avvicinare e, guadagnato il primo set-point con Grobelna, lo sfruttano al meglio chiudendo 20-25 con un muro di Alhassan.

Secondo set – Dopo un inizio equilibrato Chieri passa avanti per la prima volta sul 6-7 grazie all’ace di Grobelna. Sull’8-8 l’attacco vincente di Frantti dopo uno splendido scambio, e l’errore in attacco di Karakurt, danno alla Reale Mutua Fenera il doppio vantaggio. Time-out di Lavarini e Novara rientra subito sul 10-10 con Chirichella e Karakurt. Segue un serrato punto a punto fino al 20-20. Ottenuto il 20-21 con Villani, le biancoblù vanno sotto 23-21 a causa di tre errori consecutivi. Sul 24-22 (Bosetti) le ragazze di Bregoli annullano le due palle set con Frantti e Villani, per poi passare avanti 24-25 (Frantti). Herbots, entrata sul 17-18 per Daalderop e da lì in avanti grande protagonista, firma il 25-25, il 26-26 dopo il 25-26 di Grobelna, e ancora il 27-26. Chieri annulla altre due set-point, finché sul 29-28 l’attacco fuori di Grobelna sancisce il 30-28 per Novara.

Terzo set – Dopo un avvio equilibrato (4-4) il set gira decisamente a favore di Novara che si porta sul 14-6 (Bosetti). Bregoli intanto inserisce Mazzaro e Cazaute per Weitzel e Cazaute. Su servizio di Villani le chieresi riducono il passivo a 14-10. Da lì in avanti il distacco fra le due squadre resta pressoché invariato, e alla quarta palla set la squadra di Lavarini chiude 25-21 con Herbots.

Quarto set – Mazzaro e Cazaute vengono confermate nel sestetto iniziale. Dopo una prima fase all’insegna dell’equilibrio, sul 10-10 il punteggio gira a favore di Novara che sale sul 14-12. Franti rientra per Cazaute. Chieri torna in parità a 17 (muro di Alhassan), poi sul 19-18 gira il punteggio in 19-21 con Villani e Frantti. Da lì in avanti le biancoblù non si fanno più avvicinare e, guadagnato il primo set point con Mazzaro, chiudono 22-25 grazie a un’invasione gaudenziana.

Quinto set – Da 5-3 per Novara, Chieri pareggia a 5-5 e passa avanti 6-8. Chirichella riporta il punteggio in parità a 8. Sul 9-9 la pipe vincente di Herbots porta al servizio Hancock che con due ace sporchi porta il punteggio sul 12-19. E’ lo strappo decisivo. Le biancoblù hanno ancora la forza di riavvicinarsi a 13-12 (Mazzaro), poi Herbots e l’attacco fuori di Frantti fanno scendere i titoli di cosa sul 15-12.

Il commento
Francesca Bosio: «Un pizzico di rammarico c’è perché eravamo lì, siamo state anche sopra di 2 punti nel quinto set, però penso che più che un punto perso oggi sia un punto guadagnatissimo. Sono molto contenta e fiera della mia squadra, anche perché un mesetto fa eravamo in una situazione molto difficile».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here