Reale Mutua Basket Torino, vittoria contro Milano

Dopo un primo allungo la Reale Mutua soffre il rientro di Milano, tiene duro nel terzo quarto e nell’ultimo fa valere la propria difesa. L’esperienza di Campani e Bushati si fa sentire nel parziale decisivo, Toscano è continuo, così come il capitano

La Reale Mutua Basket Torino scende in campo con Cappelletti, Clark, Alibegovic, Diop e Pagani. Langston, Raspino, Benevelli, Franco e Bossi il quintetto milanese dell’assente coach Villa.
Langston dalla media sblocca il match, Diop si fa largo in post basso e impatta. Clark ruba, segna in contropiede e bissa con la tripla del 7-4. Langston è una presenza nel pitturato e accorcia le distanze, Diop e Alibegovic inventano la risposta gialloblu per il 11-5 del 4°. Benevelli e Langston replicano per l’Urania, avvicinando la formazione meneghina. Diop e Clark non ci stanno e spingono un nuovo minibreak per la Reale sul 19-12 al 7°, Bossi dalla lunghissima distanza punisce la difesa gialloblu. Campani non è da meno e la sua tripla vale il 24-15 che obbliga l’Urania al time-out. La sosta fa i suoi effetti, Langston ne mette quattro in fila, Toscano risponde con la tripla. Bushati e Langston fissano il 28-23 del 10°.
Diop apre la seconda frazione volando in transizione, Toscano dalla punta vale il +10 torinese. Raspino è la risposta meneghina, Diop e Alibegovic volano in contropiede grazie alla pressione gialloblu. Sul 37-26 del 14° coach Riva chiama time-out. Benevelli e Toscano si scambiano le triple, Clark rientra in scena, ruba e insacca il 41-29. Langston e Cavallero ne mettono quattro in fila molto facili, coach Cavina non ci sta e ferma la gara sul 43-33 del 17°. La corsa milanese non si esaurisce, Langston è un fattore e guida i suoi al meno sette. Campani fissa il 44-36 del 20°.
Clark dà il via alle danze nel secondo tempo, il quarto fallo di Cappelletti lo obbliga ad uscire al 22°. E’ il solito Langston a colpire per Milano, Raspino ruba e l’Urania torna a -4, sfruttando una serie di scelte arbitrali discutibili. Clark capisce il momento e di puro talento sblocca la Reale. I gialloblu si innervosiscono, Clark viene punito anche lui con il 4° fallo personale e coach Cavina preferisce parlarci sopra con il time-out. Raspino rimette Milano a -3, capitan Alibegovic va al ferro per il 53-48 del 25°. Bossi e Langston confezionano il meno uno Urania, Bushati costruisce per il 2+1 di Diop per il 58-54 del 27°. Alibegovic si mette in proprio per ricacciare l’Urania a -6, Bossi dimezza immediatamente lo svantaggio. Campani e Diop siglano il 67-60 al 30°.
Campani parte bene in difesa su Lanston e in attacco con la tripla del 71-60 al 32°. Bushati viene trovato da Alibegovic e appoggia facile al tabellone, Campani stoppa due volte in fila e con la tripla di Bushati prova a scappare. Langston interrompe il break gialloblu per il 76-62 del 34°. La quarta stoppata del quarto di Campani apre la transizione offensiva, Penna la traduce nel +17. Toscano in solitaria sigla il 81-62 del 36°, Pagani fa andare i titoli di coda, con Torino che vede l’esordio dei giovanissimi Alessandro Origlia e Matteo Ferro. La Reale Mutua vola in semifinale dove affronterà una tra Forlì e Udine.
Reale Mutua Basket Torino – Urania Milano: 87-65
Parziali: 28-23, 16-13, 23-24, 20-5
Torino: Origlia, Clark 19, Ferro, Toscano 11, Pagani 6, Bushati 6, Penna 6, Cappelletti 3, Campani 9, Diop 14, Alibegovic 13. All. Cavina, ass. Iacozza e Campigotto
Milano: Valsecchi, Molin, Raspino 7, Pesenato 2, Franco 1, Benevelli 3, Lazzari, Bossi 16, Cavallero 5, Langston 31. All. Riva
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Reale Mutua Basket Torino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here