Parella in crescita, ma ancora k.o

Secondo ko consecutivo al tiebreak per il ViviBanca Torino che cede 3-2 in casa contro l'HRK Motta di Livenza ma fa un altro passo in avanti dal punto di vista del gioco e della personalità dopo la crisi di dicembre

Secondo ko consecutivo al tiebreak per il ViviBanca Torino che cede 3-2 in casa contro l’HRK Motta di Livenza ma fa un altro passo in avanti dal punto di vista del gioco e della personalità dopo la crisi di dicembre.
Coach Simeon conferma il sestetto di domenica con Filippi regista e Gerbino opposto, Richeri e Gasparini ali, Piasso e Maletto al centro e Valente libero.
Risponde Motta con Alberini in palleggio e Gamba opposto, Scaltriti e Pinali in banda, Arienti e Luisetto centrali e Battista libero.
Inizio positivo per il Vivibanca vola 12-7. Richeri si rende poi protagonista con una serie di attacchi e muri vincenti (17-9) e l’allungo dei padroni di casa diventa irrecuperabile. Gli sforzi avversari nel finale vengono vanificati definitivamente da Gasparini e Gerbino: il primo set si chiude sul 25-16 in favore del Parella.
Inerzia invertita nella seconda frazione di gioco. Questa volta è Motta a portarsi avanti, costringendo Simeon al time-out sul 4-8. La scelta del tecnico biancorossoblu viene ripagata da un piccolo accorcio targato Gasparini (7-9). I veneti continuano comunque a condurre il set ed allungano il divario a +7 con Luisetto a servizio, fino al cambio di rotta della squadra di casa, che arriva con l’inserimento di Oberto per Maletto (15-19). Il time out chiamato da coach Lorizio non ferma il Parella: Gasparini, realizzando tre punti consecutivi, porta i suoi a -1 (20-21). I conti vengono poi chiusi da Gamba, che assicura a Motta il secondo set (22-25).
L’equilibrio è di casa nel terzo frangente di gioco: le due squadre si rincorrono fino al primo allungo parellino che arriva con Filippi a servizio (11-8). Motta prova a restare in scia e rientra in partita nel finale, che accende il match: grazie a qualche errore di troppo da parte dei biancorossoblu i veneti trovano il pareggio, seguito dal controsorpasso (23-24). È però ancora la squadra di casa a spuntarla ai vantaggi (26-24).
Quarto set che comincia in fotocopia al terzo, ma a squadre invertite. Break per Motta che scappa (5-8). Gerbino guida i suoi nell’aggancio (11-11) e torna a regnare l’equilibrio. I Leoni lo spezzano con un attacco vincente di Gamba (16-19) ma non riescono poi ad allungare. Il Parella resta infatti agganciato fino a ristabilire a parità con Maletto, ma Arienti frena gli entusiasmi e permette ai suoi di portare a casa il set 22-25.
Al tie-break emergono stanchezza e confusione in casa biancorossoblu. I parellini restano agganciati agli avversari fino al 5-5 quando il turno di servizio di Luisetto permette ai suoi di trovare un vantaggio di +3, con successivo allungo targato Gamba (6-10). Si scaldano gli animi nel finale. Richeri tenta di tenere i suoi in partita con due attacchi vincenti (12-13), ma l’errore in battuta di Gerbino permette a Motta di aggiudicarsi il quinto set e la partita con il definitivo 13-15.
“Usciamo un po’ con l’amaro in bocca da questa sconfitta 3-2.” – dice coach Simeon – È stata una bellissima partita, devo dire la verità, combattuta, giocata bene da entrambe le squadre. Il rammarico nostro è per non averla chiusa al quarto set. Quando siamo riusciti a rientrare, lì abbiamo peccato di lucidità e forse di un po’ di inesperienza nel gestire due o tre palloni, perché abbiamo avuto i contrattacchi più volte per andare avanti. Un po’ di fretta e un po’ di imprecisione. Nel complesso non posso fare altro che fare i complimenti ai ragazzi perchè hanno dato il 120% anche oggi e hanno lottato alla morte. Hanno giocato bene. Siamo stati attenti sulle cose che avevamo preparato. Abbiamo giocato contro una buona squadra, un opposto che ha giocato una partita quasi impressionante, un palleggiatore sempre lucido in tutte le azioni, dalla prima all’ultima. È una squadra organizzata, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Sono quindi contento. Dobbiamo continuare su questa strada perché è la strada giusta. Dobbiamo solo riuscire a fare un pochino meglio nelle situazioni con azioni lunghe, complicate, le azioni dove serve lucidità. Lì siamo un po’ mancati ma arriveremo a fare bene anche in quei frangenti.”.
VIVIBANCA PARELLA TORINO-HRK MOTTA DI LIVENZA 2-3 (25-16; 22-25; 26-24; 22-25; 13-15)
VIVIBANCA PARELLA TORINO: Filippi 5, Gerbino 17, Gasparini 18, Richeri 18, Piasso 9, Maletto 8, Valente (L), Genovesio, Romagnano, Matta, Oberto. N.e: Martina (L), Mazzone, Cian. All.: Lorenzo Simeon.
HRK MOTTA DI LIVENZA: Alberini 3, Gamba 35, Scaltriti 8, Pinali 2, Arienti 6, Luisetto 10, Battista (L), Saibene 7, Basso 1, Tonello. All.: Giuseppe Lorizio
Note: ace 3-6, battute sbagliate 15-13, ricezione 49%(21%)-54%(10%), attacco 40%-37%, muri 17-8, errori 33-33.
Volley Parella Torino SSDaRL
ASD Sporting Libertas Parella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here