Novipiù JB Monferrato, terza vittoria consecutiva

Grande vittoria della Novipiù JB Monferrato che supera anche Capo d’Orlando con il risultato di 97-79

Grande vittoria della Novipiù JB Monferrato che supera anche Capo d’Orlando con il risultato di 97-79. I rossoblu si vendicano dello sgambetto dell’andata vincendo con lo stesso divario impattando così la differenza canestri complessiva. Da annoverare i due giocatori in doppia-doppia. Tomasini chiude i conti con 15 punti e 10 assist. Camara 13 centrie 11 rimbalzi. Miglior realizzatore di serata il solito Lucio Redivo che chiude a quota 25.
La partita s’inaugura con i quattro punti di Tomasini. Poi bellissima stoppata di Camara per un contropiede terrificante di Redivo. Capo d’Orlando entra in partita. Il digiuno lo interrompe Laganà, poi Johnson comincia a deliziare la platea con giocate di alto spessore. Il parziale dei siciliani vale l’immediato sorpasso: 7-10. Nel primo quarto l’ala americana metterà a segno la bellezza di 11 punti. La JB però non demorde. Con Camara e Redivo cerca di rimanere a contatto. 17-18. Floyd comincia a scaldare i motori. La schiacciata di Gora vale il 19-20. Ancora Capo d’Orlando ma la tripla quasi sullo scadere di Valentini vale 22-22 con cui si va alla prima pausa.
Tornati in campo subito un bel gioco di Camara. Quindi Martinoni per il 27-24. E’ un momento positivo per la Novipiù. Redivo è immarcabile. I siciliani però rientrano in ritmo. Due triple di Floyd. Di nuovo Johnson dalla distanza. 30-35. I ragazzi di coach Ferrari non si sfilacciano. Martinoni da gran capitano qual è suona la carica. Valentini dall’angolo riacciuffa Capo sul 35-35. Si gioca una bella pallacanestro, veloce. Parziale che sorride ai rossoblu. Il timeout di coach Sodini non è gestito al meglio. Contropiede spaziale Redivo con Thompson che schiaccia. Tripla dell’argentino: 46-37. Sul finire di quarto Fall e compagni rosicchiano qualcosa. Il tiro in sospensione di Floyd chiude i conti sul 48-43 con cui si va all’intervallo.
Capo d’Orlando parte fortissimo nel terzo quarto. Floyd è immarcabile e Johnson continua a fare la differenza. In collaborazione con Tafaj da sotto l’americano impatta sul 50-50. Tomasini si conferma in un momento di forma assoluta. Redivo dalla lunetta non sbaglia mai e quando Johnson riprova ad allungare dalla linea di tre punti Tomasini gli rende pan per focaccia. Camara in area mette in cascina punti pesanti e con il canestro del solito Tomasini si va all’ultima sosta sul 71-62.
Ultima frazione si apre nel segno di Martinoni. Sette punti consecutivi che permettono alla Novipiù di prendere il largo e portarsi sul +12. Capo d’Orlando fa fatica a tenere il ritmo dei primi quarti. La schiacciata di Thompson ed il successivo sigillo dalla linea dei tre punti valgono l’83-65. Johnson comincia a sparare a salve. La schiacciata di Camara vale il +20. La partita a questo punto diventa interessante per la differenza canestri. All’andata i siciliani si imposero di 18. Thompson ha ancora energie da spendere ed in penetrazione fa male. A 2’ dal termine Redivo da tre fa 94-74. Ancora Redivo. Floyd da tre punti accorcia sul -17. Il viaggio dalla lunetta di Tomasini non è troppo fortunato ed un pallone resta sul ferro. Finisce 97-79 ma è comunque un giornata super per i ragazzi di coach Ferrari.
Novipiù JB Monferrato – Orlandina Basket Capo d´Orlando 97-79 (22-22, 26-21, 23-19, 26-17)
Novipiù JB Monferrato: Redivo 25 (6/14, 2/4), Thompson 19 (8/11, 1/4), Tomasini 15 (4/7, 2/4), Martinoni 15 (6/7, 0/0), Camara 13 (6/9, 0/0), Valentini 10 (1/3, 2/3), Sirchia 0 (0/1, 0/0), Donzelli 0 (0/0, 0/0), Lomele 0 (0/0, 0/0), Valentini 0 (0/0, 0/0), Giombini 0 (0/0, 0/0), Cappelletti 0 (0/0, 0/0)
Orlandina Basket Capo d´Orlando: Johnson 30 (7/13, 3/7), Floyd 24 (6/13, 3/9), Taflaj 13 (3/6, 1/4), Laganà 6 (0/1, 2/7), Fall 6 (3/8, 0/2), Gay 0 (0/2, 0/4), Moretti 0 (0/2, 0/0), Del Debbio 0 (0/0, 0/0), Triassi 0 (0/0, 0/0), Bellan 0 (0/0, 0/0), Raví 0 (0/0, 0/0)
Commento di coach Ferrari: “Voglio ripetere quanto detto ai ragazzi negli spogliatoi. Faccio i complimenti ai miei giocatori per le tre vittorie consecutive. Sarebbe stato ancora più bello ribaltare la differenza canestri considerando la sfida di andata ma va bene anche averla impattata. Ci tengo però a fare una considerazione a margine rispetto a quando si dice che alla fine il campionato si sta giocando con regolarità. Quella di oggi è stata la quarta partita su undici in appena quarantun giorni. Abbiamo giocato il numero esatte di partite che completerebbero un girone di andata ma con alcune squadre non abbiamo ancora giocato. Addirittura le affronteremo due volte nel giro di una settimana, massimo dieci giorni. Alla faccia della regolarità. Torino è stata in quarantena, una situazione normale non è. Un campionato giocato con il sacrificio sia dei club che dei giocatori. Chiaro, siamo anche fortunati, in questa situazione storica a poter scendere in campo, ma definire regolare questo campionato la ritengo una forzatura. Rinnovo ancora i complimenti alla squadra sperando che l’infortunio a Luca Valentini non sia nulla di grave. Confido di recuperare in settimana un po’ di energie e magari un giocatore. Sarebbe importante in vista di Milano”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa JBM

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here