Nazionale Senior, sabato la prima sfida premondiale contro l’Austria a Brunico

Due incontri che inizieranno a fornire le prime indicazioni sullo stato di forma

nazionale-senior-sabato-sfida-premondiale-austria-brunicoMentre continua il raduno della nazionale sul ghiaccio di Egna, in vista dei prossimi Mondiali di Top Division di Helsinki e Tampere (13-29 maggio), si avvicinano anche i primi due test amichevoli contro l’Austria del prossimo weekend. S’inizia sabato 23 aprile, a Brunico, alla Intercable Arena, alle ore 17:30, ed il giorno dopo si replica ad Innsbuck, dalle ore 14:30.

Due incontri che inizieranno a fornire le prime indicazioni sullo stato di forma e sulla preparazione di queste prime settimane di allenamenti dentro e fuori dal ghiaccio. Dal canto suo l’Austria non è alla prima sfida premondiale ma ha già effettuato 4 amichevoli  in questo mese di aprile: due perse contro la Repubblica Ceca (1:4 ed 1:5) e due più recenti, giocate a Graz, contro la Polonia ed entrambe vinte (1:0 e 4:1). L’Austria si prepara ai Mondiali di Top Division dopo essere stata ripescata, al pari della Francia, dopo l’esclusione di Russia e Bielorussia. Ma la nazionale d’Oltrebrennero non sarà sul cammino degli Azzurri perché inserita nel Girone B dei Mondiali e quindi a Tampere.

Proprio sulle imminenti sfide contro gli austriaci abbiamo chiesto  il parere a due componenti del roster italiano.

Marco Insam non ha disputato i Mondiali dello scorso anno per infortunio ma si può considerare uno dei veterani del team azzurroL’attaccante del Bolzano si prepara a giocare il suo 11esimo torneo iridato, il sesto di Top Division  “ E’ sempre un grande onore indossare la maglia della Nazionale e non vedo l’ora di tornare a giocare un Mondiale che è sempre il coronamento di una stagione per ogni giocatore.  Questa doppia sfida contro l’Austria sarà molto importante perché ci confrontiamo contro una nostra rivale storica e di cui conosciamo tanti giocatori. In effetti molti dei componenti del loro roster sono i nostri avversari durante l’anno e quindi nel tempo si è accresciuto maggiormente il confronto. Ma c’è anche tanto rispetto.  Ma devo anche essere sincero. Credo che abbiano il dente molto avvelenato contro di noi. La memoria non può che andare a tre anni, a Bratislava, quando sono stati retrocessi dopo la nostra vittoria ai rigori per 4:3. Io c’ero e si può dire che non l’avevano presa bene. Inoltre queste sfide amichevoli pre-mondiali sono importanti non solo per capire il tuo livello e per superare gli avversari ma anche per la concorrenza interna. Vuoi fare il meglio possibile per guadagnarti il posto. Quindi non sono proprio delle amichevoli ma qualcosa di più. “ La preparazione come sta andando? “Abbiamo lavorato molto duramente sul livello atletico e fisico. Alcuni di noi hanno finito con molto anticipo di giocare la stagione nei rispettivi club e quindi c’era la necessità di mantenerci molto allenati. Questo è stato fatto ed ormai non si può non arrivare ad un Mondiale senza una preparazione adeguata.  Il tutto, però, deve essere accompagnato dalle partite di preparazione. Un conto è l’allenamento, un conto è il ritmo partita. E quindi sono convinto che queste sei partite pre-mondiali ci completeranno al meglio.

L’esordio mondiale sembra ancora lontano, il prossimo 14 maggio contro la Svizzera, come 3 anni fa a Bratislava, ma state anche preparando tatticamente tutto il torneo: “ Certamente. Quell’esordio – continua Marco Insam – non fu proprio dei migliori e non vogliamo partire così. Posso dire che con il coach Greg Ireland ci stiamo focalizzando su un certo tipo di gioco. Esempio su come pressare l’avversario quando siamo senza disco per evitare facili transizioni alle formazioni più forti e di conseguenza molto anche sull’aspetto difensivo. Sappiamo che contro alcune nazionali dovremo giocare tanto nel nostro terzo. Come gestire i cambi che potranno, per forza di cose, essere molto lunghi e non perdere la lucidità necessaria per muoversi con o senza disco nella maniera necessaria e migliore per allontanare il puck. Come pulire lo slot e proteggere il portiere che rappresentano una sorta di casa inviolabile.  Insomma mi sembra che ci sia un lavoro molto dettagliato. Questi concetti possono apparire molto scontati ma non lo sono per nulla.

Il pusterese Daniel Glira, invece, è un difensore che ha disputato il Mondiale dello scorso anno a Riga e quello del 2017, a Colonia, entrambi di Top Division, e che appare molto motivato sul fatto di “giocare in casa” il primo match contro l’Austria : “Per me è una grande emozione poter indossare la maglia della Nazionale e per di più sul ghiaccio dove ho giocato tutta la stagione. Aggiungiamoci altri fattori non meno importanti: l’Arena è quanto di meglio si possa avere dove tutto è nuovo e funzionale. Per me poi che sono originario della zona vuol dire essere di fronte ad amici e conoscenti ed ai propri tifosi. Inoltre la Nazionale mancava da Brunico dal 1993, quindi un’occasione unica. Mettiamoci il fatto che l’avversario è più che conosciuto e quindi non sembra una semplice partita di preparazione. “Cosa puoi dirci degli avversari  “ Sono molto fisici e grossi, molto più di noi. Quindi avremo già un po’ di assaggio di quello che saranno le vere sfide mondiali. Poi il fatto di giocare due volte di fila in meno di 24 ore, tra Brunico ed Innsbuck, è molto utile per iniziare a trovare il ritmo mondiale visto che il più delle volte ad Helsinki faremo due sfide ravvicinate alla volta.” Il punto sulla preparazione: “Stiamo facendo un grande lavoro. Nella prima parte l’aspetto fisico è stato fondamentale perché senza pattinaggio, velocità e ritmo non si va da nessuna parte. Adesso ci stiamo concentrando sull’aspetto tattico e su come impostare certe sfide. Comunque sia, nulla a che fare con lo scorso anno perché il Covid ci aveva bloccato nella fase pre-mondiale. Oggi sembra tutto normale e quindi anche la nostra preparazione ci guadagna.“ Il fatto che quest’anno, al contrario dell’ultima edizione, ci sia la retrocessione è un fattore che vi condiziona oppure vi motiva? “Sappiamo che ci saranno avversari di rango ed altri più abbordabili con cui ci giocheremo la permanenza nella Top Division. Faremo di tutto per rimanere in questa divisione e proprio in previsione dell’obiettivo salvezza, siamo ancora molto più motivati e carichi.”

Roster aggiornato al 21 aprile –  Nazionale Senior 

Portieri: Andreas Bernard (HC Bolzano Foxes); Davide Fadani (HC Lugano – SUI), Justin Fazio (HC Bolzano Foxes), Jakob Rabanser (Broncos Vipiteno);

Difensori: Marco Defrancesco (Fassa Falcons), Patrick Demetz (Lipsia Ice Fighters – GER), Dylan Di Perna (Rittner Buam), Daniel Glira (HC Val Pusteria Lupi),  Marco Marzolini (Rittner Buam), Jan Pavlu (ESV Kaufbeuren – GER), Phil Pietroniro (Mulhouse Scorpions – FRA), Peter Spornberger (Schwenningen Wild Wings – GER), Alex Trivellato (HC Bolzano Foxes);

Attaccanti: Simon Berger (HC Valpusteria Lupi), Ivan Deluca (HC Val Pusteria Lupi), Stephan Deluca (HC Val Pusteria Lupi), Leonardo Felicetti (Fassa Falcons), Daniel Frank (HC Bolzano Foxes), Luca Frigo (HC Bolzano Foxes), Diego Glück (HC Bolzano Foxes),Dante Hannoun (HC Val Pusteria Lupi),  Marco Insam (HC Bolzano Foxes), Hannes Kasslater (HC Gherdeina), Simon Kostner (Rittner Buam), Matthias Mantinger (HC Valpusteria Lupi),  Alex Petan (Fehervar – HUN), Marco Sanna (SG Cortina), Davide Schiavone (Fassa Falcons), Daniel Tedesco (Fassa Falcons);

Coaching staff: Greg Ireland (head coach), Larry Huras (assistant coach), Giorgio De Bettin (assistant coach), Diego Scandella (assistant coach/video caoch), Cameron MacDonald (goalie coach);

Team staff: Gianfranco Talamini (team leader), Nicola Basso (team leader), Giovanni Costacurta (medico), Guido Tonelli (massofisioterapista), Andrea Piai (fisioterapista),  Ivo Dal Sasso (attrezzista), Felice Zandegiacomo (attrezzista).

Sfide premondiali

23 aprile – Brunico
Italia – Austria – ore 17:30

24 aprile – Innsbruck (Austria)
Austria – Italia – ore 14:30

28 aprile – Pontebba
Italia – Slovenia – ore 19:00

29 aprile – Pontebba
Italia – Francia – ore 19:00

5 maggio – Milton Keynes (Inghilterra)
Gran Bretagna – Italia – ore 20:30

10 maggio – Coventry (Inghilterra)
Gran Bretagna – Italia – ore 20:30

IIHF ICE HOCKEY WORLD CHAMPIONSHIP – HELSINKI – ICE HALL – Gruppo A 

Sabato 14 maggio
Svizzera – Italia – ore 15:20

Domenica 15 maggio
Italia – Canada – ore 11:20

Martedì 17 maggio
Italia – Danimarca – ore 15:20

Mercoledì 18 maggio
Francia – Italia – ore 15:20

Venerdì 20 maggio
Germania – Italia – ore 15:20

Sabato 21 maggio
Italia – Slovacchia – ore 19:20

Lunedì 23 maggio
Kazakistan – Italia – ore 15:20

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here