Motozoo Racing Team ad un passo dalla zona punti con Jeffrey Buis

Weekend in crescendo per Jeffrey Buis che arriva vicino alla zona punti

motozoo-racing-team-zona-punti-jeffrey-buisE’ iniziata lo scorso week end la stagione agonistica 2022 per Motozoo Racing by Puccetti. La squadra meratese è scesa in pista con i piloti Jeffrey Buis, Campione del Mondo della Supersport 300 nel 2020, e Eugene McManus, il quale ha sostituito l’infortunato Benjamin Currie per l’appuntamento spagnolo.

Motozoo, che da quest’anno gode del supporto ufficiale di Kawasaki Europe, ha disputato un week end in crescendo, ottenendo nelle qualifiche un buon sedicesimo posto con il giovane Jeffrey Buis, mentre Eugene McManus si è qualificato ventinovesimo.

In gara uno, Buis è partito bene da centro griglia, occupando da subito la diciottesima posizione. In piena bagarre con gli avversari, l’olandese ha avuto un problema con lo stivale che gli ha creato molte difficoltà in fase di frenata, tanto da costringerlo al rientro ai box. McManus ha invece disputato una prima manche molto regolare, migliorando i propri crono ad ogni tornata, per terminare ventiseiesimo.

Nella seconda corsa Buis è partito bene ed ha mantenuto la posizione a metà classifica, lottando con Bayliss, Smith, Orradre, Verdoia e Sofouglu. Lotta serrata che gli ha consentito di arrivare diciottesimo a fine gara, ad una manciata di secondi dalla zona punti. McManus ha proseguito nella sua crescita, costante per tutto il week end, dopo aver conosciuto moto e squadra solo ad inizio settimana. L’irlandese ha terminato in ventitreesima posizione.

Queste le parole di Fabio Uccelli, Team Manager di Motozoo Racing by Puccetti, dopo il primo appuntamento della stagione: “Non vedevamo l’ora di cominciare questa nuova stagione, con le novità del nuovo regolamento. Devo dire che mi ha soddisfatto molto l’approccio che abbiamo avuto in questa tre giorni, sia da parte della squadra che quello dei piloti. Buis è cresciuto molto rispetto alla scorsa stagione, ha disputato un’ottima Superpole ed in gara uno ha avuto la sfortuna con uno dei suoi stivali, che gli creava difficoltà in frenata, durante la fase di scalata delle marce. In gara due ha lottato per entrare in zona punti, che per poco gli è sfuggita. McManus è dovuto invece partire da zero: moto nuova, tecnici nuovi, non è stato facile per lui. Ha lavorato bene, evitando errori e cercando di non strafare. I tempi a fine week end hanno dimostrato che in questi tre giorni è cresciuto molto. Ora guardiamo con ottimismo al secondo appuntamento della stagione, che sarà in Olanda nel week end del 24 Aprile. Sarà la gara di casa per Jeffrey Buis, siamo convinti che potrà fare una gran bella figura di fronte al proprio pubblico. Al suo fianco non sappiamo ancora se potrà rientrare Benjamin Currie, che era presente anche ad Aragon a fianco della squadra e freme per poter scendere in pista quanto prima”.

Racconta così Jeffrey Buis #6 il suo week end: “Il venerdì abbiamo iniziato con alcuni aggiustamenti al setup. Sono stato in grado di fare buoni tempi sul giro con grande costanza, arrivando fiduciosi alla Superpole. Qui siamo andati bene, migliorando ancora i miei tempi delle prove, ed ero molto soddisfatto, anche perché ho girato praticamente da solo, senza l’aiuto della scia di qualche altro pilota. La prima gara è iniziata bene, ho tenuto il passo con un gruppo di piloti in lotta per la prima metà della classifica, ma purtroppo per problemi tecnici non sono riuscito a finire la gara. L’obiettivo di gara due era quello di finire e accumulare esperienza sulla lunga distanza. A metà della seconda manche il grip è diminuito, cosa con cui non ho molta esperienza. Nonostante ciò, negli ultimi giri sono riuscito a recuperare un po’ di posizioni ed ho concluso al diciottesimo posto. Voglio ringraziare il Motozoo Racing Team per questo fine settimana”.

Queste invece le parole di Eugene McManus #15:”E’ stato un week end proficuo e positivo, ho colto l’occasione di poter sostituire Currie infortunato ed ho cercato di fare del mio meglio. Non è stato facile, la Supersport 600 è molto competitiva e i distacchi sono molto contenuti. Ho imparato molto in questo week end, sono cresciuto costantemente con i tempi e la squadra ha svolto un gran lavoro con me. Sono molto soddisfatto di questo week end, ringrazio la squadra per il grande supporto ricevuto”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here