Doppio impegno in Spagna nelle gare di un giorno: Ordizia e la “ridisegnata” Castilla y León

Nemmeno la pandemia potrebbe fermare questa tradizione, che è una celebrazione dello sport, un mito in un calendario che deve coccolarla e considerarla con rispetto. Nel 2020 è stato ovviamente impossibile, nel 2021 tornerà alla normalità. L’Ordiziako Klasikoa è tornato

25 Iuglio: 98º Ordiziako Klasikoa – Prueba Villafranca
Ordizia – Ordizia (169 km)
29 Iuglio: 35º Vuelta a Castilla y León
León – Ponferrada (181,2 km)
Nemmeno la pandemia potrebbe fermare questa tradizione, che è una celebrazione dello sport, un mito in un calendario che deve coccolarla e considerarla con rispetto. Nel 2020 è stato ovviamente impossibile, nel 2021 tornerà alla normalità. L’Ordiziako Klasikoa è tornato. L’Ordiziako Klasikoa, ancora una volta fedele alla sua data. Una gara speciale, molto speciale, artigianale in alcuni aspetti, ma tutta accattivante e meravigliosa. Una gara con atmosfera, con un percorso, che si avvicina al suo primo secolo di esistenza.
Il percorso rimane lo stesso degli ultimi anni, con il doppio circuito che sale sempre a Larraitz e al quale si aggiunge Altzo negli ultimi due giri. Si tratta di un percorso impegnativo, che apre a tante possibilità, e nel quale di anno in anno le squadre con le quali la Fondazione Contador è stata presente hanno fatto passi avanti e si sono evolute. Non c’è dubbio che l’Ordiziako Klasikoa è una di quelle gare che vorremmo vincere prima o poi.
Per la gara di Gipuzkoa, Jesús Hernández conterà sull’ungherese Márton Dina, il portoghese Daniel Viegas e gli spagnoli Sergio García, Arturo Grávalos, Alejandro Ropero e Diego Pablo Sevilla. Una squadra che, con l’unica novità dell’ingresso di Vincenzo Albanese per Sergio García, si ripeterà pochi giorni dopo in una Vuelta atipica di Castilla y León che, dopo la sua cancellazione l’anno scorso, torna di nuovo sulle strade, anche se questa volta con la formula di una gara di un giorno, lontano dalle cinque tappe che aveva cinque anni fa.
Questa Vuelta a Castilla y León in realtà collegherà la capitale di León con Ponferrada, con l’attrazione aggiunta che nella parte finale i corridori si sfideranno sullo stesso circuito che ha ospitato i Campionati del mondo del 2013. Un percorso con le salite di Montearenas (5,1 km al 3,5%) e Compostilla (1,1 km al 6%) che i corridori dovranno completare due giri prima di raggiungere il rettilineo finale della Ronda Norte.
Per il portoghese Daniel Viegas sarà una serie di gare molto speciale perché significa il suo ritorno alla competizione dopo essersi rotto la clavicola sinistra durante un allenamento: “Non vedo l’ora di correre di nuovo. Anche se non ho potuto fare molte gare, penso che sarò in buona forma. Sono fiducioso di fare buone gare per la squadra, ma sono anche consapevole che non devo forzare i tempi”.
Vincenzo Albanese, che torna alla competizione dopo un periodo di riposo: “Sto molto bene, sono molto in forma e motivato…. Sono fiducioso di fare molto bene. Mi piacerebbe vincere, perché le gare in Spagna sono tra le mie preferite, sia per il tifo della gente sulle strade che per i circuiti, che sono molto adatti alle mie caratteristiche”.
98º Ordiziako Klasikoa – Prueba Villafranca.
Ordizia – Ordizia (169 km).
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Eolo Kometa Cycling Team

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here