Il Cus mette la seconda

Non traggano in inganno i 15 punti di distacco finale perché la partita è stata davvero molto combattuta

cus-mette-secondaTORINO – Non traggano in inganno i 15 punti di distacco finale. Per venire a capo del giovanissimo Campus e staccare la seconda vittoria stagionale, la prima tra le mura amiche della Panetti, il Mastro Viaggiatore CUS deve sudare più di una delle proverbiali camice.
La differenza alla fine la fanno la difesa di squadra, la presenza e la solidità vicino alle tabelle di (dei 10 rimbalzi di differenza, ben 21 sono di Conti), il costante apporto degli esterni sia in fase di finalizzazione che di contenimento e la serata di gran spolvero offensivo di capitan Fantolino (17, con 7 su 11 dal campo).
Onore al merito comunque al mai domo Campus, che insegue per 40 minuti, è mai morto e mai del tutto fuori dal match.
Tutto di Conti il 5-2 inaugurale. Il CUS insiste e con Bonadio e soprattutto grazie alle iniziative in attacco al ferro di capitan Fantolino prende in fretta il largo: 11-2 al 3′.
I padroni di casa agguantano in pratica tutti i rimbalzi in difesa, evitano senza troppi patemi l’accenno di pressione avversaria e trovano il 13-4 con Marangon.
Su entrambi i fronti la velocità di esecuzione è altissima e la circolazione e le finalizzazioni ne risentono. Conti su situazioni di rimessa dal fondo appoggia da sotto il 17-9 che chiude il primo quarto. Su una perfetta circolazione di palla Fantolino insacca il 21-9 in apertura di secondo periodo.
Il +12 è ritoccato poco dopo dal Mastro Viaggiatore CUS con Boglione, bravo a tradurre a referto un’insistita azione in cui stacca ben 3 rimbalzi di fila.  L’inerzia è tutta dalla parte del CUS che colpisce ancora per due volte da tre punti con Petitti, la seconda in caduta, e si porta a condurre 29-16. Ancora Petitti è autore del contropiede che al 17’ rende il CUS padrone assoluto della partita sul 31-16.
Gli ospiti muovono il punteggio soltanto ai liberi, dove peraltro commettono pure più di un errore, ma rendono meno pesante il distacco sul 32-21. Akoua manda agli archivi il primo tempo con i due liberi del 36-21, ma al ritorno in campo il Novipiù fa subito capire di non aver riposto le intenzioni bellicose e con le bombe ben costruite di Fracasso e Makke (2) ritorna in singola cifra di ritardo.
Sul 36-27 del 21’ coach Ale Porcella ferma tutto con un provvidenziale timeout. Alla ripresa i biancoblù ritrovano il filo del discorso e si riportano in fretta sul +10 con tre di Marangon e poi con un libero di Bonadio.  Ma il Campus è in partita e ribatte colpo su colpo riportandosi a -6 con un*’entrata di Bertino. Istantanea e perentoria la replica del Mastro Viaggiatore CUS: recupero di Matteo Porcella per innescare il contropiede di Fantolino, canestro da sotto di Bonadio e nel giro di un minuto il bottino è di nuovo cospicuo: 48-36.
Fantolino punta ancora il canestro e segna pure il libero addizionale per il 51-38, Bonadio si guadagna di esperienza un viaggio in lunetta e ci aggiunge un punto. Sull’errore, Conti è più lesto di tutti, recupera il rimbalzo, subisce fallo e fa 2 su 2: 54-38 al 28’.
I 3 minuti che seguono sono ancora tutti di marca cussina: Conti e Bonadio sono signori incontrastati dell’area di competenza e recuperano rimbalzi in serie, dall’altra parte Fantolino fa ancora danni, prendendo per due volte d’infilata la retroguardia avversaria: a poco più di 8 minuti e mezzo dalla fine il CUS raggiunge il massimo vantaggio sul 61-42.
Sembra fatta, ma non è così. Il Campus gioca il tutto per tutto, va in pressing insistito e, prima si riporta a -10 approfittando di un paio di perse avversarie, poi a -8, traducendo in punti la propria consapevolezza nella rimonta: 63-55.
Ci pensa di nuovo Fantolino con una tripla dal palleggio a respingere la minaccia: 66-55 a 2 e 30 dalla fine. Sul ribaltamento di fronte il Novipiù forza senza esito e viene punito da un piazzato di Matteo Porcella che da sinistra in angolo realizza i due del 68-55.
I ragazzi di coach Danna sono costretti ad affrettare il tiro senza trovare però il bersaglio e Bonadio  li rispedisce a -12 a 80 secondi dall’epilogo.
Sull’ennesimo errore ospite, chiude tutto Porcella con il libero del 71-58 e con il successivo recupero a metà campo che costringe Castellino al fallo antisportivo. Sugli sviluppi dell’azione applauditissimo canestro della staffa di Tatsoptsa per il conclusivo 73-58.
MASTRO VIAGGIATORE CUS TORINO CAMPUS PIEMONTE 73-58 
Parziali: 17-9, 36-21, 56-41
CUS TORINO: Conti 11, Porcella M. 3, Nicoletti, Petitti 10, Akoua 5, Tiptopsa 2, Fantolino 17, Boglione 2, Bonadio 14, Marangon 9, Savio. All. Porcella A.
CAMPUS: Bertino 4, Bartoccini 4, Castellino 5, Bosco 2, Osatwana 9, Elkazevic n.e., Corgiat Loia 5, Makke 12, Salane n.e., Fracasso 17. All. Danna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here