Coppa del Mondo di Sci Val d’Isère 2020, buone prove di Paris e Marsaglia

Gran bella gara anche per il cesanese Matteo Marsaglia (Centro Sportivo Esercito), che si era messo in evidenza nelle prove ed ha concluso al diciannovesimo posto, ma con solo 1”,12/100 di distacco dal vincitore

La Discesa di Coppa del Mondo in Val d’Isère, come è tradizione sulla pista Oreiller-Killy, ha riservato sorprese in vetta alla classifica. La vittoria è andata al ventottenne sloveno Martin Cater (SD Unior Celje), partito con il pettorale numero 41, al primo successo in carriera con il tempo di 2’,04”,67/100. Al secondo posto l’austriaco Otmar Striedinger (Ski Club Innerkrems Eisental – Kaernten), che ha sognato la vittoria a lungo ma ha dovuto cedere la vittoria allo sloveno per 22/100. Terzo a 27/100 un altro outsider, lo svizzero Urs Krienbuhel (Ski Club Drusberg), per la seconda volta sul podio nella sua carriera in Coppa del Mondo. I migliori, lo svizzero Beat Feuz, l‘austriaco Matthias Mayer e un ritrovato Dominik Paris (Carabinieri) sono tutti fra i primi dieci con distacchi ridottissimi. Paris, giunto
decimo a 62/199 da Cater, è apparso nettamente più in attacco rispetto al Super-G di sabato 12 dicembre. Il campione della Val d’Ultimo ha commesso un solo errore, che probabilmente gli è costato il podio, ma ha ritrovato scorrevolezza e sicurezza che saranno molto utili nelle prossime gare, già a partire dalla Val Gardena, la prossima settimana. “Sono molto felice di questa gara, – ha commentato Paris – mi stanno tornando le sensazioni dell’anno scorso. Non ci sono ancora la fluidità e la scioltezza che avevo, ma penso che gara dopo gara potrò migliorare. La pista è diventata sempre più veloce con il passare degli atleti, come è normale qui in Val d’Isère, però il mio distacco non è molto e sono vicino ai migliori. Questo vuol dire che sono a buon punto con il lavoro. Adesso andiamo in Val Gardena e attaccherò di nuovo. Gran bella gara anche per il cesanese Matteo Marsaglia (Centro Sportivo Esercito), che si era messo in evidenza nelle prove ed ha concluso al diciannovesimo posto, ma con solo 1”,12/100 di distacco dal vincitore. L’astigiano-valdostano Guglielmo Bosca (Centro Sportivo Esercito) ha chiuso al trentanovesimo posto, a soli 28/100 dalla zona punti. Un po’ incerto Christof Innerhofer (Fiamme Gialle) che ha lasciato sul terreno troppo tempo, non riuscendo ad entrare in zona punti. Caduto, ma senza conseguenze, Emanuele Buzzi (Carabinieri), quando era in linea per un posto fra i top trenta. Sarà operato per la lesione del legamento del ginocchio destro, invece, Alexander Prast (Carabinieri), caduto nel Super-G di sabato 12 dicembre. Con le gare sulla pista Oreiller-Killy si è dunque aperta la stagione della velocità maschile, che ora proporrà due tappe italiane di grande interesse: la Discesa e il Super-G in Val Gardena e le analoghe gare di Bormio dopo Natale. È stato invece posticipato a lunedì 14 dicembre il secondo Gigante femminile in programma a Courchevel. Nella notte tra sabato 12 e domenica 13 è continuata una fitta nevicata che si è accumulata sulla superficie della pista francese, rendendola scivolosa e non sicura per le atlete. L’organizzazione ha scelto così di utilizzare il giorno di riserva già previsto nel programma e rinviare tutto a lunedì, per avere il tempo di liberare il tracciato dalla neve di riporto. Gli orari saranno leggermente modificati: alle 10 la prima manche e alle 13 la seconda.
La classifica della Discesa di Coppa del Mondo disputata in Val d’Isère
https://www.fis-ski.com/DB/general/results.html?sectorcode=AL&raceid=107381
Nelle immagini dell’agenzia Pentaphoto in allegato: i protagonisti della Discesa di Coppa del Mondo disputata in Val d’Isère
Notizie: Ufficio Stampa FISI AOC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here