C Silver – La Planet Smart City vince in rimonta e fa un passo importante verso la C Gold

La Planet Smart City BEA supera i Vercelli Rices dopo una partita difficile ed equilibrata, in cui i Vercellesi hanno davvero dato del filo da torcere ai chieresi per almeno tutto il primo tempo

Si sapeva che non sarebbe stato facile e così è stato, ma ancora una volta i ragazzi di coach Vassalli hanno fatto vedere carattere e attributi. La Planet Smart City BEA supera i Vercelli Rices dopo una partita difficile ed equilibrata, in cui i Vercellesi hanno davvero dato del filo da torcere ai chieresi per almeno tutto il primo tempo. Una difesa solida e fisica, marchio di fabbrica degli ospiti, ha per lunghi tratti del match imbrigliato l’attacco chierese incapace di trovare il giusto ritmo, salvo poi salire di tono nel momento più difficile e ribaltare tutto nel secondo tempo.
Alla palla a due i ritmi sono bassi ed entrambe le squadre faticano a trovare il fondo del secchiello. BEA si affida al tiro dalla lunga con scarsi risultati, ma chiude bene l’area alle penetrazioni ospiti. Il risultato è che dopo 6′ il tabellone recita un inusuale per gli standard arancio-neri 6-5. Un time-out di coach Galdi da la carica ai vercellesi, che con le triple di Giromini, Raise e Morello tenta il primo allungo di serata. BEA incassa il colpo e continua a non trovare il bandolo della matassa in attacco mettendo in campo davvero troppa poca energia. Dalla panchina si alzano allora Benedicenti e Fassio, che rispettivamente con una tripla e con il gioco da tre punti riportano i locali a contatto. 14-12 al primo break.
Al ritorno in campo entrambe le squadre continuano a litigare con i ferri, con BEA in particolare che in attacco è davvero confusa e pasticciona. Nei primi 3′ di frazione l’unico canestro è un invenzione in stepback di Mosca, a cui Vercelli risponde con due liberi di Gagnone. In due minuti i Rices piazzano un mini-parziale di 6-0 che sembra propiziarne la fuga (14-22), ma è ancora Mosca a tenere a galla i suoi con due penetrazioni al ferro di pregevole fattura (con anche qualche contatto di troppo, non ravvisato da un arbitraggio molto permissivo). Il time out di coach Vassalli riordina parzialmente le idee, con i Leopardi che si rifanno sotto fino al meno 2 con i canestri di Mosca, Rivoira e la tripla dal palleggio di D’Arrigo (25-27). Vercelli però è lucida, e con un’altra tripla di Raise va all’intervallo lungo sul +6 (27-33).
Al rientro in campo la situazione non sembra cambiare almeno per i primi 2′, in cui ancora un Morello in serata prova a dare il là ad un nuovo allungo ospite. I Leopardi però iniziano a carburare, guidati dall’estro di Capitan Gile con 7 in fila, tutti di pregevole fattura, che suonano la carica. Un canestro con fallo di Drame e due liberi di D’Arrigo danno il primo vantaggio dopo parecchi minuti ai chieresi. La partita si fa più divertente, con le squadre che si rispondono colpo su colpo in un bel botta e risposta con la schiacciata in transizione che esalta la panchina di casa. Si arriva così al 48 pari del 30′.
Nell’ultima decina non c’è più storia. I Leopardi prendono ritmo e crescono con il passare dei minuti, mentre gli ospiti sembrano pagare il grande sforzo dei primi tre periodi. In un paio di minuti un 6-0 griffato D’Arrigo, Benedicenti e Stiffi, fondato su un’ottima difesa che da energia all’attacco, costringe coach Galdi al time out che però non ferma la carica arancione. Nei primi 5′ Vercelli trova solo due punti, anche se per i padroni di casa l’attacco rallenta un po’, con un’altra tripla di Benedicenti che fissa il punteggio sul 58-50 per qualche minuto. È un canestro e fallo di pura classe di D’Arrigo a dare il primo vantaggio in doppia cifra di serata, con il gioco da tre punti di Drame che fa+14 BEA (64-60). Vercelli non ne ha davvero più, con gli ultimi minuti che servono solo a fissare il 70-56 finale.
Un successo importante per la Planet Smart City BEA, che mette così 6 punti di distanza tra sè e i Rices probabilmente definitivamente fuori dalla corsa ai primi due posti a quattro giornate dal termine. Un successo che permette ai Leopardi ti continuare la corsa in testa al girone a braccetto di Arona e che fa fare agli arancioni un passo deciso verso l’obiettivo promozione in C Gold, che sarebbe potuto avverarsi già domenica se non fosse stato per la vittoria al supplementare di Rivarolo con Reba. Ora una settimana di riposo per ricaricare le pile in vista dello sprinti finale: la Planet Smart City tornerà infatti in campo Domenica 30 Maggio, ancora al PalaCascinaCapello, per ospitare questa volta San Mauro Basket in quella che in caso di vittoria potrebbe davvero essere una giornata storica per la pallacanestro chierese, sancendo la matematica promozione in C Gold. Non resta che aspettare e farsi trovare pronti.
Planet Smart City BEA CHIERI SSDRL- B.C. VERCELLI RICES 70-56
Parziali: 12-14, 27-33, 48-48.
BEA CHIERI: Benedicenti 8, Fassio 3, Scalzo 3, Stiffi 2, Gile 12, Mosca 15, Drame 11, Tagliano, Rivoira 4, D’Arrigo 12. All. Vassalli Ass. Turetta. Acc. Monteleone.
VERCELLI: Gagnone 2, Agoglia, Morello 16, Giordano 4, Raise 14, Raiser 4, Giromini 8, Vercellone, Martinotti 5, Ghezzi 3, Liberali. All. Galdi, Ass. Acquadro.

PH: Leonardo Chiaberti
Notizie: Ufficio Stampa BEA Chieri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here