Ascot Labormet Due TO Play, recuperata la gara contro il bzz Piossasco

Tornano in campo le ragazze dell'Ascot Labormet Due TO Play per il recupero della gara rinviata contro il bzz Piossasco per indisponibilità del palazzetto di Cumiana

Tornano in campo le ragazze dell’Ascot Labormet Due TO Play per il recupero della gara rinviata contro il bzz Piossasco per indisponibilità del palazzetto di Cumiana. Pronostico della vigilia tutto per la squadra di coach Emanuele Alpignano ma, vuoi per le assenze con le quali le rossoblu devono fare i conti, vuoi per i miglioramenti espressi nelle ultime partite dalle padrone di casa, ancora a zero punti, ma capaci di strappare un set alle prime in classifica e di giocare alla pari con le giovani del Chieri 76, l’esito del match è tutt’altro che scontato. Diversa anche la pressione cui dovevano far fronte i due team con l’Ascot Labormet costretta a vincere per mantenere viva la speranza di accedere ai playoff, mentre il Bzz che doveva far fronte anch’esso ad assenze di rilievo, non aveva nulla da perdere e un unico desiderio: chiudere la stagione con una bella prestazione tra le mura amiche. E così il primo set metteva in campo tutti i timori delle rossoblù con la tensione la a farla da padrona nel campo dell’Ascot Labormet mentre dall’altra parte della rete Piossasco giocava bene, attento in difesa e con pochissimi errori. Sbagliava invece tantissimo la squadra di coach Alpignano che inanellava una partenza da incubo (saranno 13 errori gratuiti solo nel primo set) che faceva volare via le padrone di casa sino a +10. La tardiva reazione permetteva alle nostre ragazze di avvicinarsi, ma troppo grande era il divario accumulato e il parziale andava in archivio con il 25 a 22 per le avversarie. Altra musica nel secondo e terzo set con due frazioni speculari in cui le ragazze del progetto TO Play partivano subito bene, riducevano il numero degli errori e, con una Herrnhof sugli scudi, pungevano in attacco. Anche la difesa prendeva le misure alle avversarie e entrambi i set si chiudevano con largo margine a favore delle nostre ragazze. La partenza della quarta frazione era invece tutta di marca piossaschese. Le padrone di casa, operati alcuni cambi di formazione, riusciva a interpretare al meglio la partita. Preda della tensione per la posta in palio, L’Ascot Labormet era di nuovo troppo falloso in attacco e anche in difesa cadeva qualche palla di troppo. Dopo una prima fase in cui le rossoblu riuscivano a riavvicinarsi alle proprie avversarie, Piossasco prendeva il largo sino sul 18 a 9. Quando però sembrava tutto rimandato al quinto set, la squadra di coach Alpignano, grazie anche agli ingressi dalla panchina, riusciva a riprendere il filo del gioco e riavvicinarsi a -3 sul 20 a 17. Nuovo break per Piossasco che arrivava sul 22 a 17, ma le rossoblù avevano il grandissimo merito di non lasciare nulla di intentato, dalla panchina si chiudeva il doppio cambio e dopo aver annullato, dal 24 a 21 per il Bzz, 3 palle set, grazie a un paio di attacchi dal centro e due ottimi muri, chiudevano sul 27 a 25 grazie alla solita Hernhhof, autrice si una prova “monstre”. Non una bella partita, tanta tensione per la posta in palio, ma 3 punti importantissimi per la corsa alla qualificazione ai play off, davvero insperata per la sfortuna che ha bersagliato le rossoblù in questa stagione. Ora appuntamento tra due settimane, il 24 aprile, a Pinerolo in uno scontro che vede le giovani padrone di casa già vittoriose all’andata favorite, ma con le ragazze dell’Ascot Labormet che sicuramente non lasceranno nulla di intentato.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Ascot Labormet Due TO Play

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here