Prove libere Superbike Misano 2016, Giugliano e Davies vogliono ben figurare

0408_P06_Davies_actionIl team Aruba.it Racing – Ducati è tornato in pista a Misano per l’ottavo round stagionale del campionato mondiale Superbike. La prima giornata di prove cronometrate si è conclusa con una classifica dei tempi particolarmente corta – solo cinque decimi separano i primi dieci piloti – nella quale Davide Giugliano e Chaz Davies occupano rispettivamente la quarta (+0.197) e sesta (+0.216) posizione provvisoria.
Giugliano ha suonato la carica nella FP1 siglando il miglior tempo con un 1’35.460, un riferimento rimasto invariato dopo aver focalizzato il lavoro sul passo di gara durante la FP2, quando il pilota italiano ha portato gli pneumatici a distanza di gara per valutarne al meglio il deterioramento. Davies ha invece limato oltre mezzo secondo tra FP1 e FP2, chiudendo con un 1’35.479 e provando diverse mescole alla ricerca del grip ottimale. Entrambi i piloti hanno guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2, fissata per le ore 10:55 locali (CET) in anticipazione di Gara 1 alle 13:00.
Davide Giugliano (Aruba.it Racing – Ducati #34) – 4º
“Oggi è stata una giornata più che positiva. Al mattino siamo riusciti ad essere i più veloci, mentre nel pomeriggio ci siamo concentrati maggiormente sul passo, portando una gomma posteriore a distanza di gara e facendo il nostro miglior giro nella FP2 proprio alla fine. Ora dobbiamo lavorare per limare ancora un paio di decimi nei tratti più veloci del tracciato, migliorando in accelerazione e stabilità, ma il nostro ritmo sulla lunga distanza è molto competitivo”.
Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 6º
“Oggi abbiamo lavorato principalmente sulla ciclistica, provando anche diverse soluzioni di pneumatici per valutarne l’usura. La temperatura è più di alta rispetto a quando abbiamo fatto i test, ma i tempi sul giro non sono cambiati di molto. Al momento, fatichiamo un po’ soprattutto in fase di apertura del gas al massimo angolo di piega, anche se solo in alcune curve. Ci servono un po’ più grip e sostegno, ed ora lavoreremo insieme alla squadra per fare i passi avanti necessari in vista di Gara 1”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Aruba Ducati Racing