Manutenzione delle case in legno: ecco i segreti per una maggior longevità

Se ti stai chiedendo come funzioni la manutenzione delle case in legno, sappi che sei nel posto giusto

In questo articolo, troverai tanti validi consigli su come fare manutenzione alle case in legno, affinché durino il più a lungo possibile e siano un luogo sano in cui trascorrere momenti di relax con i propri amici e la propria famiglia.

La manutenzione delle case in legno

Fare manutenzione alle case in legno è un’operazione molto importante per rendere queste abitazioni più longeve possibile, per aumentarne il comfort abitativo e per rendere l’intera struttura più bella ed attraente.

Ma cosa significa precisamente fare manutenzione alle case in legno? In cosa consiste la manutenzione? Ed ogni quanto va fatta?

Verniciatura

La verniciatura è un’operazione fondamentale per la manutenzione delle case in legno, infatti essa protegge l’intera struttura dagli agenti atmosferici e dalle condizioni metereologiche avverse.

I prefabbricati di case in legno, così come qualsiasi altra struttura in legno posizionata all’esterno, sono soggette a deterioramento: il sole, la pioggia, il vento, l’aria e la neve, sono tutti agenti in grado di rovinare l’aspetto estetico e ridurre l’efficacia della protezione garantita dallo strato di vernice (o smalto) applicato sui pannelli dell’edificio stesso.

Per questo motivo e per una buona manutenzione delle case in legno, queste strutture andrebbero riverniciate ogni tre-sette anni, a seconda dell’esposizione della struttura stessa (se l’edificio si trova al riparo, allora la riverniciatura andrà fatta meno spesso rispetto un edificio più esposto o situato in un luogo in cui batte sempre forte il sole o la pioggia).

Inoltre, le vernici con leganti acrilici offrono una miglior durata, mentre le vernici a base di olio penetrano più a fondo, ma non si espandono e si contraggono con i movimenti naturali della casa (come accade anche con le vernici acriliche). Se invece preferisci che la tua abitazione abbia un aspetto naturale, puoi applicare un impregnante, che sarà in grado di proteggere, filtrare i raggi UV ed, al contempo, esaltare le venature del legno.

Non appena la vernice o l’impregnante inizierà ad incrostarsi, mostrare segni di usura o a trattenere l’acqua, sarà meglio pianificare un nuovo lavoro di riverniciatura.

Perdite d’aria, fori ed infiltrazioni

Un altro aspetto da considerare per una buona manutenzione delle case in legno è la verifica della presenza di eventuali perdite d’aria, fori ed infiltrazioni.

Le infiltrazioni rappresentano il caso peggiore, perché a lungo andare e se trascurate, possono comportare il marcimento del legno stesso. Per questo motivo, è necessario verificare che non siano presenti infiltrazioni, controllando bene la parte inferiore della struttura ed il tetto almeno due volte l’anno.

In genere le infiltrazioni si formano dove sono presenti le grondaie, specie del tetto, poiché è possibile che uccellini, vento ed eventuali alberi di grandi dimensioni presenti attorno alla struttura, abbiano favorito la formazione di un accumulo di fogliame e rami, che impediscono il normale deflusso dell’acqua piovana e della neve sciolta (tappando così il foro della grondaia).

Questo problema non si deve presentare, poiché, appunto, potrebbe dar vita a delle infiltrazioni difficilmente riparabili. Per evitare ciò e per una buona manutenzione delle case in legno, è necessario controllare le grondaie almeno due volte l’anno (meglio se in primavera ed in autunno).

Per quanto riguarda fori e perdite d’aria invece, essi sono responsabili delle fuoriuscite d’aria e non permettono di mantenere una temperatura costante all’interno dell’abitazione durante tutto l’arco dell’anno. Nel caso in cui la tua casetta presenta fori, crepe o perdite d’aria, usa dello stucco o del sigillante per cercare di rimediare al problema.

Pulizia

Infine, due note vanno fatte anche sulla pulizia.

Al fine di fare una corretta manutenzione delle case in legno, è necessario pulire bene sia l’interno che l’esterno dell’intera abitazione. Ciò consiste nel pulire le superfici in legno con prodotti adeguati e che non siano aggressivi, aprire porte e finestre al fine di favorire un buon ricircolo dell’aria e, nel mentre, controllare le zone più anguste e meno visitate della casa.

La pulizia, per quanto sottovalutata, è una fase importante per una corretta manutenzione delle case in legno, perché permette di monitorare lo stato di salute della struttura e mantenere elevato il livello di comfort interno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here