Un atelier firmato dalla torinese CPM per la nuova Maserati MC20

L’azienda torinese rinnova gli impianti di produzione della Casa del Tridente

Ultraleggero, tecnologico, elegante, proprio come la supercar MC20: per il nuovo stabilimento Maserati di Modena in cui viene assemblata la supersportiva della Casa del Tridente, la torinese CPM (Gruppo Dürr) ha stravolto il vecchio concetto di fabbrica auto disegnando un vero e proprio atelier di montaggio.
Un progetto chiavi in mano che l’azienda ha gestito in qualità di general contractor e system integrator, con il vantaggio competitivo di essere parte del Gruppo Dürr: uno dei pochi fornitori al mondo in grado di gestire la completa realizzazione di un impianto Final Assembly, con l’80% della progettazione e produzione in-house. Una garanzia anche in termini di tempi di realizzazione e razionalizzazione dei costi.
Nel Plant di Maserati MC20 sono stati quindi installati diversi sistemi CPM Dürr come gli impianti di trasporto, i ganci per il trasferimento e le lavorazioni della scocca, la stazione di filling (Dürr Somac), utilizzata per le operazioni di riempimento di tutti i fluidi e dei gas all’interno della vettura una volta terminato l’assemblaggio, e una stazione di testing (Dürr Assembly Products) per l’ottimizzazione dei settaggi delle ruote e la simulazione della prova su strada.
Soprattutto però, sono stati impiegati i nuovissimi AGV ProFleet che trasportano la scocca di MC20 lungo la linea di produzione e nelle fasi di assemblaggio, compresa la delicata e complessa operazione di mariage (o carrozzatura), durante la quale la scocca viene unita al motore.
“Siamo convinti che questa tecnologia rappresenti il futuro nel campo del final assembly perché la sua modularità la rende perfetta sia per la produzione di veicoli elettrici che per progetti sartoriali come quello di Maserati” sottolinea Massimo Bellezza, Presidente e Amministratore delegato di CPM. “È un modo nuovo di produrre automobili e in questo campo l’Italia è all’avanguardia nel mondo”
Progettati per il settore automotive e personalizzati per Maserati, gli Automated Guided Vehicles della gamma ProFleet sono il primo elemento che colpisce l’attenzione di chi visita lo stabilimento, ben lontano dall’immagine della vecchia catena di montaggio.
Le navette a guida autonoma si muovono liberamente all’interno dell’area di produzione grazie a un sistema di natural navigation, che consente alle piattaforme di spostarsi in ogni punto del fabbricato seguendo traiettorie predefinite all’interno di una mappa digitale che può facilmente essere modificata.
A bordo di ogni veicolo due laser scanner analizzano a 360° l’area circostante. I ProFleet possono così lavorare in sicurezza qui come in impianti con alta densità di operatori
Dalla fabbrica alla smart factory
Gli ingegneri di CPM e Maserati hanno lavorato fianco a fianco, in modalità simultaneous engineering, dall’inizio del progetto, confrontandosi costantemente.
Il risultato è una smart factory in linea con il modello Industria 4.0, che utilizza tecnologie sempre più intelligenti per rendere più efficiente la produzione, ma anche per alleggerire i carichi di lavoro e demandare alle macchine le operazioni più ripetitive.
Una “fabbrica liquida”, modulare e flessibile, in cui è facile aumentare o diminuire il flusso delle auto assemblate e addirittura ampliare la superficie produttiva. È sufficiente riprogrammare il percorso degli AGV ProFleet per cambiare velocemente la configurazione di stabilimento.
Scompaiono quindi i “binari” che permettono lo spostamento dei pallet sui quali è caricata la vettura, che viene ora trasportata direttamente su queste piattaforme automatizzate.
La stessa linea di montaggio viene sostituita da isole di lavoro autonome, che, grazie alla loro configurazione, facilitano il completamento delle attività di montaggio sulla vettura da parte degli operatori, permettendo loro la massima accessibilità ad ogni parte del veicolo.
In caso di malfunzionamento inoltre, l’AGV può essere escluso dalla produzione, mentre un altro prende il suo posto durante la sua riparazione. Se il problema dovesse riguardare invece una stazione di lavoro, ProFleet può saltarla e proseguire ad una successiva. In questo modo i tempi dei fermi produttivi vengono ridotti al minimo.
Per la gestione della flotta ProFleet di Maserati i ricercatori CPM hanno sviluppato anche un’App per smartphone e tablet, attraverso la quale è possibile dialogare con gli AGV, verificarne l’efficienza e gestire al meglio tutte le fasi di manutenzione.
“Il mercato premia sempre più spesso soluzioni scalabili e flessibili” – dice Yari Tumiatti, Responsabile Commerciale AGV di CPM – “L’automotive, come altri settori, ha ora colto il grande vantaggio dell’impiego degli AGV per migliorare i propri standard produttivi. ProFleet è la risposta a questa precisa esigenza: una famiglia di AGV sviluppata appositamente per il montaggio dell’autoveicolo, nel rispetto dei più alti standard di sicurezza. La collocazione delle nostre tecnologie in uno spazio così curato, come il Plant appena rinnovato di Maserati, esprime al massimo il nostro concetto di avanguardia e di futuro e ci rende particolarmente orgogliosi di aver potuto prender parte a questo progetto, importante non solo per Modena, ma per tutto il nostro Paese”
Social: La tecnologia della torinese #cpmduerr ha rivoluzionato lo stabilimento #Maserati in cui viene assemblata la supersportiva #MC20. È nata così una #smartfactory dove la linea di montaggio tradizionale scompare. Al suo posto isole di lavoro autonome e i modernissimi #AGV ProFleet: i primi progettati appositamente per il mondo #automotive. #MadeinItaly #finalassembly #ProFleet #generalassembly #NEXTassembly
CPM – Dürr Group
Fondata nel 1967 a Beinasco (TO) da Gianfranco Bellezza e oggi guidata dal figlio Massimo con il ruolo di Presidente e Amministratore delegato, CPM è uno dei leader mondiali nella progettazione e realizzazione di sistemi per la movimentazione e la produzione di autoveicoli.
CPM ha realizzato impianti di produzione e soluzioni chiavi in mano per le più importanti case automobilistiche mondiali, sviluppando soluzioni standard e su misura per ogni singolo progetto.
Dal 1999 l’azienda fa parte del Gruppo tedesco Dürr, specializzato nella fornitura a livello globale di impianti e tecnologie per la produzione a basso impatto ambientale nei settori aeronautico, automotive, meccanico, chimico e farmaceutico.
Informazioni: +39 011 3988-424 www.cpm-spa.com
Foto e Notizie: UFFICIO STAMPA THREESIXTY

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here