Studenti intossicati Rivoli, l’impegno del Comune per accertare le responsabilità

FirmaIn giornata il Comune di Rivoli ha rilasciato una nota per precisare la sua posizione in merito alla vicenda della scuola media Levi, dove 14 bambini, stando alle analisi dell’istituto zooprofilattico, sono stati colpiti da un batterio presente nel cibo servito in mensa.

 

Di seguito la nota di palazzo civico:

 

“Questa mattina alcuni organi di informazione hanno diffuso, attraverso il web, la notizia  di un caso di presunta  intossicazione alimentare subita dagli studenti della scuola media Primo Levi.

 

L’Amministrazione comunale  di Rivoli precisa che alle  ore 12.45 di giovedì 29 gennaio 2015 il Comune  non ha ricevuto nessuna comunicazione ufficiale da  parte degli organi di vigilanza e controllo preposti agli accertamenti. Solo dopo nostre ripetute sollecitazioni siamo stati informati, telefonicamente, dall’ASL TO 3 che  è in corso la stesura  di una relazione delle analisi effettuate sui campioni di cibo, dall’Istituto di Zooprofilassi di Torino, dalla quale  emergerebbero delle difformità tra i valori rilevati e quelli di riferimento previsti dalle normative.

 

Il problema verificatosi la scorsa settimana ha coinvolto 14 ragazzi, di due classi della scuola media Primo Levi di Cascine Vica, su un totale di 3500 iscritti alla refezione scolastica ed una  media giornaliera di 3000 pasti distribuiti. Il menù su cui si sono manifestati i problemi è quello delle scuole medie che registra un’utenza di circa 800 ragazzi.

 

L’Amministrazione comunale di Rivoli è ovviamente dispiaciuta e preoccupata per quanto accaduto ed è fermamente  intenzionata a verificare fino in fondo i fatti per accertare le responsabilità.

 

La refezione scolastica rappresenta uno dei servizi più sensibili tra quelli erogati dal Comune perché riguarda e coinvolge direttamente  migliaia di ragazzi e di famiglie ed impegna  anche  una  notevole quantità di risorse finanziarie (circa 2,4 miloni di Euro/anno).

 

L’Amministrazione comunale applicherà le norme del contratto con il fornitore del servizio che  prevedono sanzioni in caso di prestazioni difformi rispetto a quelle  stabilite. Si riserva inoltre la facoltà di procedere, nelle sedi opportune, con la richiesta dei danni.

 

Chiediamo scusa alle famiglie dei ragazzi per il danno subito e ribadiamo la determinazione di giungere all’individuazione delle responsabilità”

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Emergenza influenza Piemonte, 4 morti e 21 pazienti in terapia intensiva

Intossicazione scuola media Levi Rivoli, identificato il bacillus cereus

Utilizzo droghe 2014, trend, dati e confronti nell’indagine del NIDA

 

Massimiliano Rambaldi