SPEA e Musei Reali: la tecnologia a sostegno dell’arte per le nuove generazioni

Primo incontro tra SPEA e i Musei Reali

spea-musei-reali-tecnologia-sostegno-arte-nuove-generazioniTORINO – Viviamo e operiamo in una realtà ad altissima vocazione industriale, che primeggia nel mondo per invenzioni e tecnologia. Siamo orgogliosi di restituire al territorio parte del nostro successo, creando e sostenendo iniziative per il coinvolgimento soprattutto dei giovani e giovanissimi, affinché le nuove generazioni possano conoscere il mondo dell’alta tecnologia e approfondire le possibilità che questa mette a loro disposizione.

SPEA, leader mondiale nelle macchine per il collaudo dei dispositivi elettronici, rappresenta un’eccellenza unica nel campo della tecnologia e dell’innovazione.

Allo stesso modo, i Musei Reali costituiscono una realtà culturale unica in Italia e in Europa per la ricchezza del patrimonio che custodiscono, per la loro estensione e per la vastità e varietà delle collezioni.

Senza alcuna mediazione istituzionale, queste due eccellenze si incontrano per la prima volta in occasione di una mostra, Animali dalla A alla Z. Una mostra dedicata ai bambini, che è essa stessa, ad oggi, una novità tra le proposte culturali dei grandi musei in Italia. La scelta di investire in un’esposizione dedicata ai bambini rappresenta una scommessa da parte dei Musei Reali in favore delle future generazioni ed è allo stesso tempo una grande opportunità, per una grande realtà industriale come SPEA, per arricchire l’immaginario dei più piccoli con suggestioni ispirate tanto all’arte quanto alla tecnologia.

Come ha dichiarato la Direttrice dei Musei Reali, Enrica PagellaAbbiamo scelto di investire su un’iniziativa specificatamente rivolta al gruppo umano forse più colpito dalla pandemia, vale a dire i bambini. La mostra ha permesso di valorizzare opere talvolta poco note, accomunate da raffigurazioni animali. Il tema è anche un appello alla responsabilità e pone in primo piano la variegata complessità e fragilità della vita sulla Terra”.

Il primo incontro tra SPEA e i Musei Reali rimanda, allo stesso tempo, ad un legame secolare tra la tecnologia e l’ambiente dell’antica corte sabauda. Infatti, la vocazione dei Savoia per le tecniche belliche e architettoniche per lungo tempo ha portato nel nostro territorio le migliori maestranze e competenze, che oggi si esprimono in altri ambiti tecnologici, di cui SPEA è orgogliosamente protagonista a livello mondiale.

La missione industriale di SPEA si esprime principalmente nella produzione di un grande valore economico e tecnologico, che consente all’azienda di esportare questo ramo del Made in Italy in tutto il mondo. I Musei Reali, dall’altra parte, hanno come missione principale la creazione di un profondo valore sociale e culturale, e fondano il loro operato sui princìpi dell’accessibilità, dell’inclusione e della valorizzazione del patrimonio.

Siamo convinti che l’unione virtuosa di tali valori sia in grado di generare un benessere diffuso e completo per tutti coloro che entreranno in contatto con queste importanti realtà.

Le parole del Presidente Luciano Bonaria:

L’attenzione va data al territorio perché è proprio il territorio che produce la più importante ricchezza italiana: le persone. Sono le persone che fanno il Made in Italy, ambito e ricercato in tutto il mondo”. “Le persone contribuiscono al successo delle imprese: va posta una adeguata attenzione ai bambini di oggi perché saranno le persone che lavoreranno domani, magari da noi, contribuendo al successo del territorio”.

I più grandi player mondiali dell’elettronica sono clienti di SPEA: è un’occasione unica (straordinaria) poter mostrare loro le ricchezze e le straordinarie bellezze del nostro territorio, a partire dai Musei Reali di Torino”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here