Regione Piemonte, anticipo della cassa in deroga ai dipendenti degli artigiani

Regione Piemonte e Intesasanpaolo hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con il quale la banca accetta di anticipare ai lavoratori dipendenti delle imprese artigiane iscritte al Fondo di Solidarietà Bilaterale Alternativo la cassa integrazione in deroga riguardante i mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2021

Regione Piemonte e Intesasanpaolo hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con il quale la banca accetta di anticipare ai lavoratori dipendenti delle imprese artigiane iscritte al Fondo di Solidarietà Bilaterale Alternativo la cassa integrazione in deroga riguardante i mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2021.
“E’ inaccettabile che queste famiglie attendano ancora il pagamento di tali mensilità – commenta l’assessore al regionale al Lavoro Elena Chiorino – e per venire incontro a questo fortissimo disagio abbiamo lavorato a questo accordo con Intesasanpaolo”.
Saranno i lavoratori a richiedere, su base rigorosamente volontaria, di volersi avvalere dell’anticipazione di un importo a valere sulla futura corresponsione da parte dell’Inps o altro ente preposto al pagamento dell’indennità correlata all’ammortizzatore sociale riconosciutogli. Sarà a carico della Regione la corresponsione degli interessi debitori sugli importi anticipati.
“Soltanto in questi giorni sarebbero state apposte le firme dei Ministeri del Lavoro e dell’Economia sul decreto di assegnazione delle risorse per permettere quindi di avviare il pagamento – sottolinea Chiorino – E’ comunque una situazione che va risolta nell’immediato per i lavoratori e per la quale va immaginata una modifica generale in partenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here