Punto vaccinale anche nell’Aeroporto di Torino

Inizialmente sono attive 4 linee per oltre 500 vaccini al giorno, potenzialmente raddoppiabili in base alla disponibilità delle dosi. Il personale sanitario e amministrativo è messo a disposizione e gestito dall’Asl TO4

Un punto vaccinale anche nell’Aeroporto di Torino: realizzato in collaborazione con l’Asl TO4 è ospitato presso lo Ski Terminal, spazio normalmente utilizzato per accogliere i flussi di sciatori durante la stagione invernale che Sagat ha messo a disposizione e che la Regione Piemonte ha riconosciuto come particolarmente idoneo per l’ampia metratura, i locali adatti, la climatizzazione, i percorsi e per l’accessibilità.
Inizialmente sono attive 4 linee per oltre 500 vaccini al giorno, potenzialmente raddoppiabili in base alla disponibilità delle dosi. Il personale sanitario e amministrativo è messo a disposizione e gestito dall’Asl TO4.
E’ aperto dalle 9 alle 17 dal lunedì al venerdì e l’accesso è riservato esclusivamente alle persone che hanno ricevuto la convocazione dall’Asl. Chi lo raggiunge in auto può usufruire gratuitamente del Parcheggio Lunga Sosta, allo stesso livello del Terminal remoto. Un tragitto pedonale interamente coperto e privo di barriere architettoniche consente di raggiungere il punto in pochi minuti.
“E’ il 227° punto vaccinale che attiviamo in Piemonte – ha evidenziato il presidente della Regione Alberto Cirio – In quest’area solitamente si accolgono i turisti che scelgono di visitare il Piemonte, adesso invece si faranno vaccini. Credo che sia il miglior augurio per poter tornare presto in aeroporto per viaggiare, perché prima avremo vaccinato tutti prima ripartiremo. In ogni senso”.
L’assessore alla Ricerca Covid Matteo Marnati ha osservato che “in Piemonte stiamo andando molto bene, ma potremmo migliorare il numero delle somministrazioni superando la soglia delle 30.000. Purtroppo la mancanza di dosi ci costringe a rallentare temporaneamente la campagna vaccinale. Siamo fiduciosi rispetto al fatto che le dosi in futuro arriveranno, ma servono anche nel presente”, mentre l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi ha sottolineato che “il Piemonte imostra anche in questa occasione di saper fare sistema, unendo le forze nel comune obiettivo di rendere la macchina vaccinale il più possibile funzionale e veloce. Se arrivano i vaccini, siamo pienamente in grado di raggiungere gli obiettivi della somministrazione di massa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here