Ospedale unico Moncalieri, Forza Italia e Fratelli D’Italia a Moncalieri si dichiarano contro il nuovo piano di confronto sulle aree di Moncalieri, Cambiano e Villastellone

Forza Italia e Fratelli D'Italia a Moncalieri si dichiarano contro il nuovo piano di confronto sulle aree di Moncalieri, Cambiano e Villastellone per l'ospedale unico

Forza Italia e Fratelli D’Italia a Moncalieri si dichiarano contro il nuovo piano di confronto sulle aree di Moncalieri, Cambiano e Villastellone per l’ospedale unico. In una nota, i consiglieri comunali Pier Bellagamba (Forza Italia) e Cristiano Monticone (Fdi), spiegano: “Come esponenti del centrodestra moncalierese ci teniamo a sottolineare che realizzare in tempi brevi l’ospedale dell’ASL To5 è un interesse di tutto il territorio e non una bandiera della sinistra” a dichiararlo sono i consiglieri comunali di Moncalieri Cristiano Monticone (FDI) e Pier Alessandro Bellagamba (FI), che spiegano: “Il DPCM del 24 dicembre 2018 individuava l’area Moncalieri-Trofarello quale zona su cui sarebbe dovuto sorgere l’Ospedale unico ASL TO 5 affidando all’INAL il finanziamento dell’opera con un pre-stanziamento di ben 202.000.000,00 di Euro. In questo DPCM, era statuito anche un limite temporale entro cui avviare le opere che ormai è stato superato.
In questi anni il Comune di Moncalieri ha commissionato ben due studi di fattibilità e la Regione Piemonte una perizia tecnica (del costo di Euro 100.000,00 circa) affidata al Politecnico di Torino, le quali hanno individuato nella zona Cenasco (Moncalieri) il sito idoneo alla costruzione dell’Ospedale Unico”.
“Oggi rimettere in discussione la scelta del sito significa, non solo mandare in fumo i soldi spesi per gli studi effettuati – conclude Monticone – , ma anche il tempo impiegato per il loro svolgimento, tempo indirettamente sottratto alla salute dei cittadini. è necessario che la Regione Piemonte assuma una decisione che definisca rapidamente luogo e tempi per questa struttura sanitaria che oggi più che mai è di fondamentale importanza per il rispetto del diritto alla salute degli abitanti dei Comuni dell’ASL TO 5 e non solo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here