Da oggi parte la raccolta AIEF di beni per i bambini ucraini

Da oggi fino al 14 marzo una raccolta di soli beni di prima necessità per l’infanzia

oggi-parte-raccolta-aief-beni-bambini-ucrainiDa oggi fino al 14 marzo una raccolta di soli beni di prima necessità per l’infanzia organizzata dalla Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza e diretta ai bambini che raggiungono i campi profughi al confine con l’Ucraina. Punti di raccolta a Torino, Rivoli, Chieri e Giaveno.

E’ una raccolta di beni di prima necessità dedicata tutta all’infanzia quella che la Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza ha organizzato da lunedì 7 marzo a lunedì 14 marzo compreso. Si può consegnare latte in polvere, omogeneizzati, pasta, riso, minestre liofilizzate in busta, scatolame, biscotti confezionati, frutta secca, barrette energetiche, pannolini, spazzolini, disinfettanti, materiale per l’igiene, abbigliamento per bambini e tutto il necessario per l’infanzia.

Sono diversi i punti di raccolta predisposti dai volontari AIEF a Torino, Rivoli, Chieri e Giaveno. Si può contribuire, inoltre, dando la propria disponibilità ad aiutare i volontari nella preparazione dei pacchi.

AIEF ha annunciato che seguirà direttamente la consegna di tutto quanto raccolto per permettere che i beni di prima necessità raggiungano il prima possibile alcuni campi profughi al confine con l’Ucraina.

Siamo in contatto con alcune famiglie a Leopoli e diversi italiani volontari nei campi profughi allestiti al confine tra l’Ucraina e la Polonia. Manca tutto e in particolare i beni di prima necessità per l’infanzia, come ad esempio il latte e i pannolini. E’ un’emergenza infanzia alla quale AIEF risponde con questa raccolta mirata a raccogliere più prodotti alimentari e all’abbigliamento per l’infanzia possibile in questa prima settimana annuncia Tommaso Varaldo, presidente di AIEFAttraverso diversi canali, tra cui quelli diplomatici, siamo impegnati perché tutto quanto raccolto giunga già la prossima settimana in alcuni dei campi profughi che più hanno carenza di generi di prima necessità per le bambine e i bambini che scappano dall’orrore della guerra. Contiamo sul sostegno di tutti i cittadini”.

I PUNTI DI RACCOLTA

TORINO: Centro AIEF, Via Farinelli 36/9
lunedì 7, mercoledì 9, venerdì 11, lunedì 14 dalle 9.30 alle 13
martedì 8 e giovedì 10 dalle 9.30 alle 18

TORINO: AIEF, Via Damiano Chiesa 59
da lunedì 7 a lunedì 14 (escluso il mercoledì) dalle 18 alle 21

TORINO: Centro Incontri, Corso Corso Belgio 91
da martedì 8 a lunedì 14 dalle 14.30 alle 18.30

TORINO: ACFIL e CCT, Via Aosta 29
martedì 8, giovedì 10, venerdì 11 e sabato 12 dalle 15 alle 17.30

CHIERI: CAV, Cittadella del volontariato, Via Giovanni XXIII 8
mercoledì, venerdì 11 , lunedì 14 dalle 9 alle 11
giovedì 10 e venerdì 11 dalle 14.30 alle 18

RIVOLI: Comune di Rivoli, Corso Francia 98
mercoledì 9 e giovedì 10 dalle 8.30 alle 16

GIAVENO: Asilo Opera Pacchiotti, Vicolo Pacchiotti 1
da lunedì 7 a venerdì 11 e lunedì 14, dalle 8 alle 18

INFO
www.fondazioneaief.org – www.associazioneaief.it
Tel. +39 327 370 38 77; email: aieftorino@gmail.com

AIEF
Il cammino della Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza parte dell’amicizia solidale di suoi due fondatori, il Maestro d’arte contemporanea Eugenio Bolley ed il presidente dell’Associazione Infanzia e Famiglia AIEF Tommaso Varaldo. Il percorso intrapreso nel 2018 dall’Associazione AIEF, con azioni mirate alla tutela dei diritti dell’infanzia, dell’adolescenza e della genitorialità, si unisce alla sensibilità ed al desiderio dell’artista di donare la sua opera in favore dei bambini e dei più fragili. E’ nata così la Fondazione.
La Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza, con l’intento di dare all’arte un importante valore e ruolo sociale. AIEF si pone come obiettivo la realizzazione e la promozione di attività sociali e solidali attraverso la valorizzazione del suo patrimonio artistico, così da sostenere concretamente l’impegno già avviato dall’Associazione AIEF sul territorio, come gli sportelli gratuiti di primo aiuto e ascolto per le famiglie in difficoltà, gli sportelli di orientamento e ascolto sulle problematiche scolastiche e le raccolte solidali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here