Non regge la crisi e diventa rapinatore

ArmaLa storia di L.B., 37enne sposato con due figlie, è di quelle che fanno riflettere su quanto questo periodo di crisi stia pesando sulla gente.

 

In base a quanto emerso dalle indagini dei Carabinieri, l’impresario edile avrebbe commesso cinque rapine ai danni di negozi gestiti da donne sole, a Cuneo e in provincia. Inoltre avrebbe anche tentato di far esplodere due sportelli bancomat con gas acetilene, per un bottino di circa un migliaio di euro.

 

Ciò che si è verificato non è una novità: la crisi sembrerebbe infatti aver generato un vero e proprio boom della criminalità e, i protagonisti, sono spesso persone che avevano un lavoro e non si rassegnano a non riuscire più a mantenere la propria famiglia.

 

Come sempre, invitiamo tutti i nostri lettori ad esprimere la propria opinione.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

 

Alessandro Gazzera