Nasce il nuovo Distretto Diffuso “Monte Musinè”

Il Comune di Almese, insieme a Caselette e Villar Dora, ha vinto il bando per l’accesso ai finanziamenti

nasce-nuovo-distretto-diffuso-monte-musineALMESE – Il Comune di Almese, insieme a Caselette e Villar Dora, ha vinto il bando di Regione Piemonte per l’accesso ai finanziamenti relativi all’istituzione del Distretto diffuso del Commercio “Monte Musinè”.

Si tratta di uno strumento innovativo per l’organizzazione e la gestione strategica di un ambito fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio, quello del Commercio appunto, grazie al quale i tre Comuni della bassa Val di Susa potranno attivare servizi sempre più competitivi e di qualità, volti a rivitalizzare il territorio e favorire il commercio in stretta connessione con gli altri settori economici che caratterizzano l’area compresa nei territori comunali coinvolti.

In questa fase iniziale di progettazione – che ha già visto la realizzazione del logo del nuovo Distretto del Musinè – si andranno ad individuare gli obiettivi strategici del Distretto attraverso la realizzazione con i partner istituzionali (Coldiretti, CNA, FONDAZIONE LINKS, Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura, Confesercenti) di attività, iniziative e percorsi di formazione e innovazione – anche digitale – che coinvolgeranno i commercianti, le associazioni, ma anche i consumatori, per accrescere le competenze dei singoli al fine di valorizzare il commercio di prossimità.

Con l’obiettivo di coordinare e sostenere le diverse attività che si andranno a svolgere, è stata istituita anche la figura del Manager di Distretto. A svolgere questo importante ruolo di coordinamento sarà la dott.ssa Marie-Claire Goor.

Le idee sono davvero tante – ha dichiarato l’Assessore al Commercio del Comune di Almese, Sara Gamba – . Lo strumento del Distretto ci consentirà di concretizzare progetti che da anni vogliamo portare in campo e, al tempo stesso, di sviluppare molte nuove iniziative a sostegno del commercio. È sorprendente quanti nuovi spunti stiano arrivando grazie al lavoro di rete e alla squadra che si è creata: non possiamo che sperare che a questo team si uniscano ancora più persone e professionalità, così da arricchire sempre più le competenze su cui possiamo contare. Sono molto felice di vedere che già adesso i commercianti e i professionisti del territorio sono incuriositi, qualcuno ha già dato la propria disponibilità per partecipare attivamente alla fase di pianificazione. Si tratta di un contributo fondamentale, d’altra parte il Distretto è un progetto che deve essere personalizzato in base alle esigenze dei singoli territori ed è giusto e sano che gli operatori della zona siano coinvolti in prima persona. Stiamo organizzando le serate di presentazione dell’iniziativa, ma sin da ora chiunque sia interessato ad approfondire può farsi avanti. La figura centrale del Distretto è quella del Manager e sono molto felice che la dott.ssa Goor abbia accettato l’incarico: è una professionista molto preparata e conosce bene il territorio e le sue potenzialità, siamo entusiasti di questa collaborazione.”

Siamo molto orgogliosi del risultato raggiunto e non vediamo l’ora di intraprendere questo nuovo percorsoha aggiunto il Sindaco di Almese, Ombretta Bertolo -. Nei prossimi tre mesi vedremo concretizzarsi la creazione del Distretto, con un lavoro di squadra tra i tre Comuni, Enti di categoria e le Comunità in tutte le loro componenti, per la valorizzazione del territorio e di tutte le sue attività produttive. Lo scorso 12 febbraio abbiamo avuto un primo incontro con l’ex Comitato Commercianti di Almese e l’Associazione culturale Cumalè, che ha mandato la manifestazione di interesse per partecipare, durante il quale abbiamo presentato e condiviso sia il programma d’azione che il nuovo logo che identifica il Distretto, caratterizzato dall’immagine del Monte Musinè sullo sfondo e dalle tre Torri che costellano i nostri tre Comuni: la torre del Ricetto di San Mauro a Rivera di Almese e le torri dei Castelli di Caselette e Villar Dora. Un’immagine che riflette un territorio ricco di storia e paesaggi rurali. Con questo bando si fa concreta anche la collaborazione con Confesercenti Torino e Provincia che offrirà supporto alle imprese nella realizzazione delle loro attività. Ritengo che sia un’importante opportunità per i commercianti del territorio, perché oggi più che mai bisogna cogliere gli aspetti innovativi del commercio per essere competitivi, e in questo l’associazione di categoria può risultare determinante.

Dopo il periodo di progettazione per l’individuazione degli obiettivi del Distretto, seguirà la seconda fase, che vedrà la realizzazione concreta – grazie a nuovi fondi regionali che verranno erogati al territorio per questa finalità – di una serie di iniziative volte a rafforzare parallelamente la competitività dell’offerta e l’attrattività del territorio, creando un valore aggiunto quindi non solo per il tessuto commerciale e urbano, ma anche per quello turistico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here