Movida Murazzi Torino, oggi la delibera: Ci sarà l’agognata riapertura?

MuriOggi si saprà se i Murazzi del po ritroveranno uno spicchio di movida durante la prossima estate o rimarranno ancora desolatamente deserti.

.

Nella riunione prevista per oggi infatti, la giunta dovrebbe approvare la delibera che dà il via a una specie di “punto verde”, con locali temporanei e iniziative culturali in riva al Po. Per far risorgere uno dei punti storici del divertimento torinese, chiuso ormai da troppo tempo.

.

Da tre settimane il provvedimento dell’assessore al Commercio, Domenico Mangone e del collega alla Cultura, Maurizio Braccialarghe, è fermo negli uffici preposti del Comune. Non sono mancate le polemiche anche all’interno della stessa giunta, con assessori che si sono accusati a vicenda di non voler risolvere la situazione.

.

Il tutto dopo che qualche settimana fa il sindaco Piero Fassino si era sbilanciato dicendo che i murazzi avrebbero riaperto in occasione dell’inizio della bella stagione. Ma si arriverà al fotofinish. I tempi infatti sono strettissimi per organizzare una serie di eventi degli dei “muri”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sequestro Csa Murazzi Torino, il giudice spegne la musica nel centro sociale sul Po

Massimiliano Rambaldi