Manifestazione contro il deposito radioattivo Carmagnola, ampia partecipazione della cittadinanza

Decine di trattori in marcia per difendere simbolicamente il territorio dove dovrebbe nascere il deposito di scorie nucleari. A Carmagnola, frazione Casanova, ieri è stata la giornata della manifestazione della gente e degli agricoltori.

Decine di trattori in marcia per difendere simbolicamente il territorio dove dovrebbe nascere il deposito di scorie nucleari. A Carmagnola, frazione Casanova, ieri è stata la giornata della manifestazione della gente e degli agricoltori. Dopo la messa celebrata in onore di Sant’Antonio Abate, difensore degli animali, in cui il parroco Don Iosif e il Sindaco Ivana Gaveglio hanno letto dal pulpito passi che invocano la salvaguardia del Creato e del territorio, la protesta pacifica ha potuto iniziare.
Gli agricoltori sono stati chiari: “Un deposito sotto quei terreni significherebbe la nostra fine. Altra terra dove spostarci non c’è”. Presenti anche numerosi politici: dai consiglieri comunali, ai parlamentari, passando dal presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia e dal consigliere regionale Davide Nicco. La politica continua il suo lavoro nei tavoli che contano. Martedì 26 ci sarà il consiglio regionale aperto a cui è stato invitato anche il Governo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here