Lavoro in nero Lanzo, operazione GDF Municipale nata dopo una lite in pizzeria

GDFUndici lavoratori irregolari. È quanto sarebbe emerso nel corso di un’ispezione effettuata in collaborazione tra i militari della Guardia di Finanza di Lanzo Torinese e la Polizia Municipale di Ciriè, che qualche giorno fa aveva sedato una lite tra una dipendente ed il titolare di una pizzeria. Da lì sono partite le segnalazioni e le Fiamme Gialle sono perciò intervenuti per aprire le indagini.

 

L’attività di intelligence avrebbe portato alla scoperta di una lavoratrice “in nero” alla quale il titolare non gli riconosceva il compenso pattuito. Gli approfondimenti investigativi delle Fiamme Gialle, sempre sensibili ed attente all’attività di contrasto al lavoro nero ed irregolare, avrebbero fatto emergere che la pizzeria in effetti impiegava quattro lavoratori completamente in nero. L’ulteriore approfondimento delle indagini avrebbe fatto emergere in capo alla stessa pizzeria, precedentemente gestita da altro titolare, altri tre lavoratori completamente “in nero” e quattro lavoratori percipienti un “netto alla mano” nettamente inferiore a quello realmente indicato in busta paga, il tutto in elusione alle contribuzioni previdenziali ed assistenziali.

 

L’attività dei militari si è conclusa con la segnalazione di un imprenditore alla Direzione Territoriale del Lavoro finalizzata all’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale e con la comminazione della “maxisanzione” per l’impiego di lavoratori “completamente in nero” pari ad oltre 16.000 euro. Si è inoltre proceduto alla segnalazione alla Direzione Territoriale del Lavoro del secondo imprenditore che, avendo impiegato per più di tre anni lavoratori irregolari ed in nero, gli è stata comminata una sanzione per oltre 183.000 euro. L’intervento determinerà, oltre al recupero per le casse dello Stato, anche la regolarizzazione di quattro lavoratori e l’adeguamento delle loro posizione previdenziali.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Truffa cambio valuta Piossasco, si fingevano sceicchi o imprenditori

Truffa affitti case in montagna Val Susa, denunciati 3 italiani

Truffa alpeggi Piemonte, denunciate sette persone

Massimiliano Rambaldi