La Regione Piemonte revoca 14 milioni di euro all’ASL TO5, il futuro dell’Ospedale di Moncalieri

La Giunta Regionale ha revocato 14 milioni di euro all’ASL TO5 destinati alla realizzazione del nuovo ospedale unico, assegnandoli al presidio Valle Belbo

La Giunta Regionale ha revocato 14 milioni di euro all’ASL TO5 destinati alla realizzazione del nuovo ospedale unico, assegnandoli al presidio Valle Belbo. Una decisione che ha scatenato i sindaci della prima cintura, che ora attaccano pesantemente l’assessorato alla sanità diretto da Luigi Icardi.
“Prendo atto con angoscia della scelta, ma non sono sorpreso” – commenta il Sindaco di Moncalieri, Paolo Montagna, che aggiunge – “questi due anni di tentennamenti e bugie di Icardi erano il sintomo di ciò che oggi si rivela a tutti con chiarezza. La Regione non ha intenzione di realizzare un nuovo ospedale unico, moderno ed efficiente per il territorio a sud di Torino, privilegiando altre zone del Piemonte. Ora che parte del finanziamento è stato dirottato altrove, i giochini sono purtroppo chiari. Anche a chi, in buona fede, ha ritenuto fino ad oggi che la Regione stesse valutando la localizzazione dell’ospedale e non invece spingendo per la sua non realizzazione, come noi avevamo denunciato da tempo. Invito per questo i 39 colleghi sindaci dell’ASL TO5 a fare fronte comune: chiederò al Presidente Ugo Baldi di convocare un’Assemblea straordinaria e urgente affinché insieme ci si esprima con chiarezza, sottolineando quanto i nostri cittadini non possano più aspettare. Mi oppongo ad un disegno che, soffiando sulle divisioni politiche, intende smontare la nostra azienda sanitaria locale, dirottando i nostri 300mila abitanti e il diritto alla salute del territorio su Città della Salute, Pinerolese ed Astigiano”.
“Ora è tutto più chiaro: erano scuse per celare il vero scopo, dimenticandosi del lavoro svolto in 5 anni da Comuni, Regione e singoli cittadini” Così il consigliere regionale del PD, Diego Sarno.
«La delibera della Giunta regionale revocata si riferisce a una precedente ipotesi di finanziamento dell’ospedale di Moncalieri attraverso un partenariato pubblico privato, che prevedeva un cofinanziamento regionale. Con dpcm del 24 dicembre 2018 l’intervento per la realizzazione dell’ospedale è stato inserito nel piano di investimenti dell’Inail per un importo di 202 milioni di euro, cioè a totale carico dell’Istituto. Pertanto, il finanziamento, non essendo più necessario per Moncalieri, è stato correttamente dirottato altrove».
Così l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, replica alla polemica sull’opera.
«Nulla è cambiato nella programmazione sul nuovo ospedale dell’ASL TO5 che, ribadisco, è interamente finanziato (progetto, terreno e realizzazione) dall’Inail. Dunque, nessun colpo di mano dell’assessore».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here