Conversione Ospedale San Lorenzo in Covid Hospital Carmagnola, preoccupazione per la chiusura del Pronto Soccorso

Preoccupazione a Carmagnola per l'Ospedale San Lorenzo. La prevista conversione in Covid Hospital, pianificata a suo tempo da Regione e Asl in caso di seconda ondata, implica la chiusura del pronto soccorso che questa volta potrebbe essere non più solo per 12 ore, ma per 24

Preoccupazione a Carmagnola per l’Ospedale San Lorenzo. La prevista conversione in Covid Hospital, pianificata a suo tempo da Regione e Asl in caso di seconda ondata, implica la chiusura del pronto soccorso che questa volta potrebbe essere non più solo per 12 ore, ma per 24.
L’ipotesi ha scatenato un putiferio, tanto che il Sindaco Gaveglio ha inviato una lettera in Regione per chiedere chiarimenti. E il Pd, con la coalizione di centrosinistra, ha alzato il tiro: “La nostra comunità cittadina è allarmata per la prospettiva di perdere per un lungo periodo, e temibilmente per sempre, il Pronto Soccorso. Ma la riconversione del San Lorenzo comporterà anche la totale interruzione o il pesante ridimensionamento di ogni altra prestazione, tranne che per i pazienti Covid provenienti da tutta la Regione e (a quanto sappiamo al momento) per i malati oncologici. Non è chiaro se verrà mantenuta e come verrà organizzata l’attività dei vari ambulatori, e ovviamente si teme per la destinazione del personale a cui la Città riconoscente ha appena attribuito l’onorificenza del Delfino di Platino.
Come gruppo consiliare abbiamo già chiesto al Sindaco e al Presidente del Consiglio che il Consiglio Comunale venga informato puntualmente. Pur comprendendo le straordinarie esigenze del momento, riteniamo doveroso che le autorità sanitarie spieghino in modo aperto e trasparente, alla cittadinanza e all’ente locale che la rappresenta, quale sarà il futuro della sanità pubblica per la nostra città”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here