Angac/Confsal non aderisce alla protesta dei benzinai

L'iniziativa non tutelerebbe i gestori degli impianti e non darebbe voce ai problemi della categoria

faib-confesercenti-situazione-insostenibile-benzinaiUna iniziativa di protesta che non da risalto ai veri problemi della categoria. Questo il motivo della mancata adesione allo spegnimento delle luci da parte di Angac/Confsal.

“Ogni atto ed azione delle organizzazioni pseudo maggiormente rappresentative è caratterizzato dal mandare allo sbaraglio il gestore – spiegano. – Qualche mese fa  le stesse sigle invitavano gestori Eg alla sospensione degli accordi, sospensione che esporrebbe il gestore ad azioni di inadempimento contrattuale con consequenziale  risoluzione del rapporto”.

Questa iniziativa, spiegano da Angac/Confsal, non tutelerebbe il gestore e i suoi reali interessi. La stessa Angac/Confsal nel contempo sta raccogliendo adesioni per organizzare una nuova forma di protesta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here