‍Il Comune di Carmagnola sostiene il progetto NormalMENTE promosso dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola

Il Comune di Carmagnola sostiene il progetto nato durante il lockdown con lo scopo di proporre attività ludico-ricreative e formative online alle persone con disabilità e alle loro famiglie

Il Comune di Carmagnola sostiene il progetto nato durante il lockdown con lo scopo di proporre attività ludico-ricreative e formative online alle persone con disabilità e alle loro famiglie.
Con un video pubblicato sui social, il sindaco Ivana Gaveglio invita inoltre la comunità a partecipare alla raccolta fondi online avviata a inizio novembre per supportare l’iniziativa.

Per sostenere il progetto NormalMENTE: http://sostieni.link/26427

Social Città di Carmagnola:
www.facebook.com/comunecarmagnola
www.instagram.com/cittadicarmagnola
È stato annunciato il 20 novembre 2020, attraverso una video intervista lanciata sui canali social, il sostegno del Comune di Carmagnola al progetto NormalMENTE, nato per supportare le persone con disabilità e le loro famiglie durante il lockdown, attraverso attività ludico-ricreative e formative online.
L’obiettivo è quello di minimizzare gli effetti dell’isolamento causato dall’emergenza COVID-19.
“NormalMENTE è un bel progetto che permette di mantenere quel senso di comunità, tanto necessario in questo periodo. Il Comune di Carmagnola ha deciso di sponsorizzare questo progetto e per farlo devolverà una parte del 5×1000 che i cittadini hanno destinato alla Città. È un progetto importante, crediamo che tutti debbano sostenerlo e chiediamo di fare delle donazioni. Aiutiamoci!” Queste le parole del sindaco, Ivana Gaveglio, che invita tutti i carmagnolesi a unirsi e a sostenere insieme questo progetto.
Più di 40 persone hanno già preso parte alla campagna di crowdfunding, iniziata lo scorso 2 novembre, donando complessivamente più di 2.600 €. L’obiettivo della campagna è di raccogliere 12.000€ per consentire a un maggior numero di persone di usufruire del servizio e allo stesso tempo contribuire alla preparazione e alla formazione dei volontari e degli operatori.
Ad oggi il progetto coinvolge 50 persone con disabilità, le loro famiglie e 18 volontari che hanno messo a disposizione il loro tempo e le loro conoscenze per proporre ai ragazzi contenuti che rispondessero alle loro esigenze, ma che fossero allo stesso tempo fruibili da tutti tramite piattaforme streaming. Le attività variano dal TG facile agli incontri di condivisione, dalle lezioni di cucina ai corsi di ginnastica, dalla scuola di musica ai massaggi fai da te e al giardinaggio.
Gli enti coinvolti:
Il progetto NormalMENTE è promosso dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Carmagnola, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS, Casa Roberta e la Consulta Giovanile di Carmagnola.
La Fondazione di Comunità di Carmagnola, capofila della campagna di crowdfunding, è nata nel 2015 come progetto dell’Opera Pia Cavalli, con il sostegno della Compagnia di San Paolo e su impulso dell’Amministrazione Comunale. Il suo scopo è quello di favorire lo sviluppo sul territorio della filantropia e della cultura della donazione, attivando la raccolta delle risorse disponibili nella comunità locale e provvedendo alla loro destinazione a finalità di solidarietà sociale.
La Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS progetta e gestisce da quasi trent’anni interventi educativi e presidi socio-assistenziali a favore delle persone in condizioni di vulnerabilità, delle famiglie e, più in generale, della comunità. Offre accoglienza, sostegno e percorsi di reinserimento sociale per giovani e adulti con disabilità, madri in difficoltà, anziani, bambini e adolescenti a rischio di esclusione.
Casa Roberta è una struttura residenziale che ospita persone con disabilità. Il progetto, espressione di un bisogno sentito dal territorio, è stato realizzato grazie all’impegno costante di molte famiglie e di tante associazioni.
La Consulta Giovanile di Carmagnola, si propone di fornire una piattaforma di scambio e di comunicazione tra il mondo giovanile e il mondo politico locale, specie quello comunale. Oltre a essere un punto di riferimento in tal senso, si propone anche come struttura aggregativa che possa costituire un centro di idee e dibattiti, nonché di eventi culturali e ludici per i giovani carmagnolesi.
Per maggiori informazioni sul progetto:
www.fondazionecarmagnola.it
fundraising@fondazionecarmagnola.it
serena.corongi@fondazionecarmagnola.it
Foto e Notizie: Città di Carmagnola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here